Coppa Italia, Inter-Juventus una partita da record

La Juventus festeggia la doppietta di Cristiano Ronaldo contro l'Inter
Cristiano Ronaldo, attaccante Juventus, festeggiato dai suoi compagni (Getty Images)

La semifinale d’andata di Coppa Italia, Inter-Juventus, è stata la gara seguita dal maggior numero di spettatori (sfiorati gli otto milioni), con uno share del 28,8 %

Ad ogni InterJuventus c’è sempre un nuovo record da aggiornare, nella gara di Coppa Italia è stato tagliato il traguardo del maggior numero di spettatori per la competizione. A raccontarlo sono gli stessi dati nazionali raccolti sugli ascolti televisivi. Si parla di 7.984.000 persone inchiodate dinnanzi alla televisione, con uno share del 28,8 %.

Lo spettacolo non ha certo deluso le attese, soprattutto di quanti avrebbero voluto assistere alla partita dal vivo. Tre gol, il solito agonismo quando si affrontano nerazzurri e bianconeri e anche il record di presenze per Gianluigi Buffon che ha toccato quota 1.100.


Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Tentativo di girata di Nicolò Barella in Inter-Juventus
Nicolò Barella, centrocampista dell’Inter e della Nazionale Italiana (Getty Images)

Record di ascolti per la coppa nazionale nella semifinale d’andata Inter-Juventus: quasi otto milioni di spettatori

Il derby d’Italia affascina, per storia, tradizione, rivalità tra Inter e Juventus, due compagini che ora possono vantare un primato in più. Nella competizione nazionale, nessun altro match aveva fatto registrare, fino a questo momento, ascolti del genere. I quasi otto milioni di spettatori, superano e aggiornano il dato precedente, sempre in questa stagione, degli Ottavi di Finali dove i nerazzurri hanno superato il Milan dinnanzi a 7.780.000 appassionati con share del 27,8%.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, primo round e rivincita: 2-1 a San Siro con l’Inter

Se si guarda esclusivamente alle semifinali del torneo, per trovare cifre simili bisogna tornare alla passata edizione della Coppa Italia. Il doppio confronto tra Milan e Juventus (il ritorno, a Torino, dopo l’1-1 dell’andata a Milano, rappresentò il ritorno in campo a seguito del lockdown di marzo e terminò 0-0 con i bianconeri promossi in finale) aveva fatto registrare risultati migliori.