La frase di Gattuso che Pirlo non ha dimenticato

Supercoppa Juventus Napoli Ronaldo Insigne
Gattuso e Pirlo, amici contro (GettyImages)

Intervenuto in conferenza stampa, l’allenatore della Juve, Andrea Pirlo, ha parlato delle difficoltà di Gattuso sulla panchina del Napoli

Quelle parole non le dimenticherà mai perché sono state forti e sincere, dette da un amico che voleva proteggerlo. Ma qualche sfizio, ora, Andrea Pirlo se lo sta togliendo, così può anche ripensarci col sorriso, senza la tensione e il timore di fallire dei primi mesi. Rino Gattuso, che è stato suo compagno di squadra, col quale ha vinto di tutto tra Milan e Italia, commentò così la notizia dell’ufficialità di Pirlo sulla panchina della Juve: “Ora sono caz*i suoi. Beato lui che comincia subito con la Juventus”.

Una frase con una doppia chiave di lettura: da una parte la fortuna di aver raggiunto subito un top club senza dover ricorrere alla gavetta, dall’altro il rischio di potersi bruciare subito non avendo l’esperienza necessaria per un mestiere molto complesso. Ora, però, la situazione si è capovolta: Gattuso, nonostante la gavetta, vacilla. Pirlo, pur essendo neofita del settore, le sta vincendo (quasi) tutte, ha già conquistato la Supercoppa Italiana e punta allo scudetto, il primo per lui da allenatore e il decimo consecutivo per la Juve (il primo della serie vinto proprio con Pirlo in cabina di regia).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Andrea Pirlo sorride
Andrea Pirlo (Getty Images)

Pirlo e la risposta su Gattuso

Pirlo non avrà risposto per stuzzicarlo, la sua è stata una conferenza stampa sincera, ma in cuor suo, a quelle parole, ci avrà ripensato: “Gattuso in difficoltà? Fa parte del nostro lavoro, può capitare di essere mandati via. Ma io devo già pensare ai miei problemi“. Questo il commento dell’allenatore della Juventus sui problemi che sta riscontrando Gattuso col Napoli.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Pirlo in emergenza: tripla assenza contro il Napoli

Quella di domani, per Ringhio, potrebbe essere una partita decisiva. Con un’altra sconfitta, sarebbe concreto il rischio dell’esonero, ipotesi che De Laurentiis vorrebbe comunque scongiurare. Ha ben altri problemi il suo collega, vero, ma sul campo, con gli ultimi risultati e la classifica più corta, la Juve ha ripreso a correre e lo scudetto, che sembrava distante, è molto più vicino. Nonostante la gavetta saltata e le prime delusioni stagionali.