Fra Inter e Lazio è 3-1: i nerazzurri volano più alti di tutti, sulle spalle di Lukaku

inter festeggia
Festeggiamenti dopo il gol di Lautaro (Getty Images)

Successo pieno per l’Inter che batte la Lazio con il punteggio di 3-1 nel posticipo domenicale. Grande prestazione di Lukaku.

Aspettando Verona e Parma che si sfideranno domani al Bentegodi, il weekend di Serie A si chiude con Inter e Lazio che scendono in campo per il posticipo serale. Sfida importante per entrambe le squadre, nerazzurri che potrebbero strappare il primato dalle mani del Milan, fermato a sorpresa dallo Spezia, biancocelesti che puntano a restare attaccati al treno Champions League.

Il primo tempo comincia con dieci minuti abbondanti contraddistinti da tatticismo, nei quali nessuno riesce a trovare lo spazio necessario per alzare il ritmo. Al 12′ però, Perisic trova una buona sponda per Lautaro Martinez che controlla al limite dell’area e calcia: pallone fuori, ma non di molto. La Lazio risponde subito, Lazzari lanciato in campo aperto è fermato solo dalla prontezza di Handanovic, che lascia i pali da lui difesi per anticiparlo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La partita sembra salire di tono e basta aspettare seicento secondi, il 22′ minuto, a finché il ghiaccio si rompa davvero. È ancora Lautaro a creare grattacapi a Hoedt e a cadere dopo essere entrato in area palla al piede: per Fabbri non ci sono dubbi, il tocco dell’olandese è da rigore. Dal dischetto Lukaku non trema e realizza il gol del vantaggio nerazzurro, 1-0.

La partita resta aperta, la Lazio gestisce i tempi della manovra e l’Inter quelli della ripartenza. Il possesso palla biancoceleste diventa però sterile nei pressi dell’area avversaria. Questo lo spartito fino al 45′ quando, prima dello scadere, un rimpallo fra Brozovic e Lazzari favorisce Lukaku che davanti a Reina lo fredda con il destro di prima. L’arbitro annulla per fuorigioco, il VAR non è d’accordo: Patric tiene in gioco il belga, è 2-0 per l’Inter, è ancora Lukaku, attaccante da record.

Per Inzaghi arriva presto l’ora di guardare verso la panchina

lukaku lautaro esultano
La coppia d’attacco dell’Inter, oggi decisiva (Getty Images)

Comincia il secondo tempo e gli ospiti si presentano con Parolo ed Escalante al posto di Leiva e Hoedt. La Lazio deve provare sin da subito a rientrare nella partita, cambiando qualcosa. Al 61′ si manifesta la visione di Simone Inzaghi, quando Milinkovic-Savic calcia una punizione addosso proprio ad Escalante, che non può far altro che spiazzare un incolpevole Handanovic per il 2-1. Cambio azzeccato e partita di nuovo in bilico.

Non per molto: passano 3 minuti e Lukaku, devastante, si libera di Parolo in campo aperto per poi servire Lautaro sull’uscita di Reina. Palla solo da insaccare per il Toro, 3-1 e distanze ristabilite.

LEGGI ANCHE >>> Donnarumma, il Milan trema: trattativa aperta con gli sceicchi

Girandola di cambi, minuti per Sanchez e Pinamonti, poi Lazio che prova ma fatica a ritrovare l’abbrivio. Ad una settimana dal derby della Madonnina i ragazzi di Antonio Conte prendono il comando della classifica in solitaria, con un solo punto di vantaggio sui cugini e rivali. Tre i punti, quelli invece conquistati stasera, frutto di una prestazione importante fornita contro un avversario di valore.