Cagliari, Di Francesco si gioca tutto in 90 minuti

Eusebio Di Francesco in panchina
Di Francesco (Getty Images)

Cagliari obbligato alla vittoria contro il Torino per cercare di allontanare le paure Serie B. Di Francesco ha presentato la sfida salvezza in conferenza stampa allontanando tensioni e preoccupazioni

Cagliari-Torino: via il sipario. Alla Sardegna Arena andrà in scena un autentico scontro salvezza. Padroni di casa chiamati alla vittoria per cercare di allontanare paure e preoccupazioni. Ospiti pronti a rispondere colpo su colpo per mantenere il vantaggio sulla pericolosa rimonta isolana. Di Francesco, in conferenza stampa, ha stemperato pressioni e preoccupazioni, ma è chiaro che il suo futuro potrebbe essere legato proprio al risultato della sfida di domani sera. Il tecnico rossoblù potrebbe traballare in caso di nuova sconfitta. 90 minuti per cercare la definitiva svolta e il rilancio salvezza.

Brutte notizie d’Asseminello e dall’ultimo allenamento. Nainggolan ha accusato un problema muscolare e la sua presenza nella sfida di domani resta a forte rischio. Le condizioni del centrocampista belga verranno valutate con calma nel corso delle prossime ore. Lo stesso Di Francesco ha confermato lo stop dell’ex Inter, ma il tecnico del Cagliari ha confermato un sostanziale ottimismo per un possibile recupero lampo in occasione del match di domani sera contro il Torino.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Di Francesco osserva
Eusebio Di Francesco -GettyImages

Di Francesco, panchina a rischio in caso di sconfitta: la situazione in casa Cagliari

Fresco di rinnovo contrattuale, Di Francesco potrebbe rischiare comunque il posto in caso di nuova sconfitta. Un passo falso contro il Torino allontanerebbe il Cagliari dall’obiettivo salvezza. Imperativo vincere: questo l’unico concetto che potrebbe consentire a Di Francesco di confermare la sua posizione sulla panchina isolana senza alcun tipo di riserva.

LEGGI ANCHE>>> Juventus, allarme infortuni: stop Bonucci, preoccupa Arthur

Il tecnico si affiderà ancora una volta al nuovo 3-4-2-1, con Rugani e Godin confermati al centro della difesa. Da valutare il possibile recupero di Ceppitelli, il quale ha svolto lavoro differenziato nell’odierna sessione d’allenamento. A centrocampo Marin e Nandez saranno confermati in mezzo al campo, mentre Nainggolan (in caso di recupero) affiancherà Joao Pedro nel ruolo di trequartista alle spalle di Simeone o Pavoletti. Resta vivo il ballottaggio offensivo tra i due centravanti rossoblù.