Serie A, la cronaca di Genoa-Verona 2-2

Genoa-Verona in campo
Genoa-Verona (GettyImages)

Alle 18 in campo il secondo anticipo di questo sabato di Serie A. Luci accese a Marassi, scendono in campo Genoa e Verona.

Due compagini, Genoa e Verona, divise da ben otto punti. La classifica dice che la squadra clivense ad oggi gode di una posizione ben più importante e tranquilla, anche se il rendimento delle due squadre nelle ultime giornate racconta una storia un po’ diversa.

La cura Ballardini, di fatto, è stata quella che ha cambiato i connotati del Grifone. Un avvio di stagione difficile, che ha tenuto i rossoblu ai limiti della zona retrocessione. Un percorso duro e travagliato, che ha portato poi la dirigenza ad un cambiamento importante con l’esonero di Rolando Maran, sul quale ad inizio stagione c’erano tante belle speranza.

L’arrivo di Ballardini (un ritorno, per la verità), e la squadra rivoltata come un calzino. Una serie di risultati utili consecutivi, vittorie importanti che hanno proiettato il Genoa verso la parte alta della classifica. Ad oggi la squadra rossoblu non sembra volersi fermare, anche in virtù di un’identità ritrovata, per una squadra che ha ancora tanto da dire.

Il Verona, invece, nelle ultime settimane è andato incontro a risultati decisamente contrastanti. I ragazzi di Juric, infatti, prima dell’ultima vittoria contro il Parma, erano andati incontro addirittura a due sconfitte consecutive. Non un dramma, considerando anche la posizione di classifica, ma è chiaro che la necessità è quella di tenere la rotta il più possibile.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Genoa-Verona, le probabili formazioni

Il Genoa dovrebbe schierarsi in campo con il consueto 3-5-2. Shomurodov e Destro andranno a comporre l’attacco del Grifone, con Zappacosta, Strootman, Badelj, Zajc e  Czyborra allineati sul centrocampo.

LEGGI ANCHE >>> Il doppio improvviso sorriso per il Napoli e Gattuso

Dall’altra parte, invece, il Verona di Juric si posizionerà con un 3-4-2-1, in avanti la punta sarà Kevin Lasagna, mentre sulla trequarti alle sue spalle agiranno Barak e Zaccagni.