Gasperini furioso: “Questo è il suicidio del calcio”

L'allenatore dell'Atalanta Gasperini stringe la mano a Zidane
Gasperini e Zidane (GettyImages)

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, al termine della sfida di Champions League contro il Real Madrid ha espresso tutte le sue perplessità per le decisioni arbitrali. 

L’Atalanta perde il primo confronto di Champions League contro il Real Madrid. L’andata degli ottavi di finale si è disputata a Bergamo ed è terminata con la sconfitta per la Dea con una rete di Mendy all’86’, dopo aver giocato quasi l’intero match in 10 a causa di una discussa espulsione ai danni di Freuler. Il tecnico ha parlato così a SKY: “La nostra soddisfazione era giocare questa gara, ma così è stata falsata. Una gara rovinata da un episodio eccessivo. Non sento che la qualificazione è compromessa, siamo in una botte di ferro con un solo risultato a disposizione. O si fa l’impresa o saremo eliminati. Abbiamo preso un gol abbastanza casuale. Peccato, lo 0-0 era un risultato buono. Siamo amareggiati, ma ci riprenderemo”.

Gasperini sull’espulsione che ha cambiato Atalanta-Real Madrid

Freuler col pallone
Freuler Atalanta (GettyImages)

Gasperini prosegue in merito ad Atalanta-Real Madrid: “In 11 contro 11 sarebbe stato diverso, anche se il loro tasso tecnico è altissimo, ma sarebbe stata già aperta. Così è stata stravolta. Sul fuorigioco non ci sono discussioni e lo stesso sui falli di mano. C’è la tentazione di togliere un contrasto, che è un gesto tecnico. Non dico niente perché rischio la squalifica, ma questo è un suicidio del calcio. Non è possibile avere arbitri che non hanno mai giocato a calcio e parlano dell’entità dei falli quando non sanno distinguere tra i contatti. Se non sanno interpretare questo, facciano un altro lavoro. Ogni volta la discussione va a finire qui. Non è possibile non saper distinguere un contatto da un fallo. Zapata? Non sembra uno stiramento, ma una contrattura del quadricipite”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!