L’Atalanta resiste finchè può: un piccolo Real sorride con Mendy

Mendy esulta in Atalanta-Real Madrid
Mendy Real Madrid (GettyImages)

Atalanta-Real Madrid termina con una rete in favore dei blancos, che al fotofinish vincono con Mendy l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

Il match d’andata per gli ottavi di finale di Champions League tra Atalanta e Real Madrid a Bergamo non è stato certamente ciò che la squadra di Gasperini aveva sognato, complici i tanti infortuni dei blancos. La sfida, infatti, cominciata con i tifosi che, nonostante i divieti, sono accorsi all’esterno dello stadio per accompagnare i propri beniamini, è diventata un fascio di nervi praticamente dopo 15′. Al 17′ l’arbitro Stieler ha immediatamente espulso Freuler per un fallo su Mendy, evidentemente giudicato da ultimo uomo ma piuttosto severo. Alla mezz’ora poi Duvan Zapata, faro offensivo della formazione bergamasca, ha lasciato il campo per un sopravvenuto problema muscolare. Due minuti di fuoco per il Real Madrid tra il 37′ e il 38′ con Isco che stoppa in area, si gira e tira ma trova la provvidenziale opposizione di Toloi e poco dopo avanza Modric sugli sviluppi di un corner. Il primo tempo si conclude così.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Atalanta-Real Madrid, si fa dura al Bernabeu

Gosens e Modric
Atalanta Real Madrid (GettyImages)

Nel secondo tempo, comincia all’arrembaggio il Real Madrid con Modric che spara un destro per sorprendere Gollini. Il Real alza i ritmi per sfruttare il vantaggio dell’uomo in più, e infatti ancora è provvidenziale Gosens al 54′ per fermare in corner Vinicius. Poco si vedono gli atalantini con Ilicic unico riferimento offensivo, poiché sono costretti a gestire le avanzate avversarie. Il Real Madrid ci prova tanto che alla fine ci riesce: all’86’ va in rete proprio Mendy, l’uomo dell’espulsione di Freuler, il quale dal limite realizza un tiro a giro e Gollini viene battuto sul palo lontano. L’Atalanta prova una timida reazione nel finale, ma tutto si deciderà al Bernabeu col pesante gol subito tra le mura amiche.

LEGGI ANCHE >>> “Ha rovinato tutto”: la sentenza di Capello su Atalanta-Real