Il Napoli vince ma saluta l’Europa League, agli ottavi ci va il Granada

Mertens e Politano
Mertens e Politano (GettyImages)

Una vittoria amarissima per il Napoli di Gennaro Gattuso che si impone al Diego Armando Maradona ma saluta comunque l’Europa League. 

Una vittoria che non è servita a niente, se non ad aumentare quel sapore di amarezza che ormai l’ambiente azzurro avverte da diverso tempo. Il Napoli è fuori dall’Europa League, eliminato da un Granada che ha legittimato il successo grazie alla vittoria dell’andata ed il gol fatto all’ex stadio San Paolo.

Un approccio che gli azzurri hanno maturato in maniera del tutto diversa rispetto a quanto mostrato nella gara di andata, al punto da trovare subito il gol con la qualità di un giocatore di livello come Zielinski. Una partita indirizzata sul binario positivo, nei numeri più che sul campo. Si, perchè al Napoli sembra mancare sempre quel piglio offensivo, quello necessario a scrivere le partite con la penna azzurra.

Ed anche contro il Granada, nonostante la rete di Zielinski, la squadra di Gattuso si è prontamente placata, quasi a voler aspettare l’avversario per poi provare la ripartenza. Non il modo migliore per recuperare dallo svantaggio dell’andata di 2-0. E cosi al Napoli tocca prendere la bastonata, come la rete di Montoro arrivata prima della mezzora di partita, nata dalla solita dormita della difesa azzurra.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zielinski in azione
Piotr Zielinski (GettyImages)

Il Napoli ci prova ma non decolla, addio Europa

E cosi il Napoli nella ripresa ha provato a cambiare ancora, con Gattuso a dare una nuova veste tattica alla sua squadra. Si passa, dunque, alla difesa a quattro (dopo aver schierato quella a tre ad inizio partita) nella speranza di poter intavolare una manovra più avvolgente, in grado di stanare gli avversari.

LEGGI ANCHE >>> DIRETTA Roma-Braga: segui la partita LIVE

E cosi il Napoli ha beccato proprio il 2-1 grazie ad una massiccia manovra offensiva, finalizzata da un Fabiàn ancora protagonista di una prestazione non particolarmente esaltante. Il gol, però, è soltanto un goccia che non disseta.

Il Napoli ci ha provato, anche mettendoci tanto agonismo (con poca continuità, va detto), ed arrivando anche a sfiorare il gol del pari nel finale di partita. Azzurri poco arrembanti negli ultimi minuti, azzurri che mostrano ancora grandi lacune, sia sotto il punto di vista tattico ma anche sotto quello caratteriale. Ai sedicesimi ci va il Granada.