Milan, passo decisivo per uno dei tre rinnovi in bilico

Paolo Maldini in campo
Paolo Maldini (GettyImages)

Passaggio importante, nella giornata di oggi, per il Milan che sembra vicino a siglare uno dei tre rinnovi sui quali il club sta lavorando da settimane. 

Il Milan è impegnato in maniera considerevole nella lotta Scudetto. La squadra di Pioli sta combattendo muso a muso con l’Inter per la conquista del titolo, e la battaglia sta ormai andando in scena da diverse settimane. Nonostante la sconfitta nel derby, i rossoneri sono ben lontani dal gettare la spugna, vista l’ultima importante vittoria contro la Roma.

Si andrà avanti, spalla a spalla, con la Juventus che da dietro proverà ancora ad inserirsi approfittando di qualsiasi passo falso di una delle due milanesi. Nel frattempo, però, la programmazione va avanti. La dirigenza sta lavorando su tre fronti molto importanti, ovvero i tre giocatori che ad oggi sono in scadenza di contratto.

Ibrahimovic, Donnarumma e Calhanoglu sono i tre giocatori che hanno il contratto in scadenza alla fine dell’anno, e per i quali il club sta cercando di trovare la soluzione migliore. Per uno dei tre proprio nella giornata di oggi sembra siano arrivati segnali incoraggianti, decisivi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Paolo Maldini e Hakan Calhanoglu
Paolo Maldini e Hakan Calhanoglu (GettyImages)

Milan, Calhanoglu a colloquio con il club: le ultime

E’ Hakan Calhanoglu il giocatore rossonero per il quale sembra stiano arrivando passi importanti proprio nella direzione del rinnovo. Il giocatore turco – come riportato da Sky Sport – si è recato oggi a casa Milan in prima persona proprio per parlare del rinnovo.

Ribadita, da parte del giocatore, la volontà di restare in rossonero. Un aspetto ovviamente importante, che allontana le ombre di possibili accordi con altri club (Manchester United?) dei quali si è parlato anche in questi giorni.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, ammonizione e squalifica: Pirlo in emergenza totale

Per Calhanoglu, dunque, il Milan intavolerà la soluzione migliore. C’è volontà da entrambe le parti, con il club rossonero disposto anche ad alzare l’asticella dell’offerta, magari portando l’ingaggio annuale a ridosso dei 4 milioni di euro più bonus facilmente raggiungibili. La trattiva prosegue, con grande fiducia.