Le tre big che tentano l'”incompiuto” del Napoli

Aurelio De Laurentiis con la mascherina
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Barcellona, Real Madrid e Manchester City tentato Fabian Ruiz: il talento spagnolo può lasciare Napoli a fine stagione

Da tre anni a Napoli, da tre anni croce e delizia del popolo azzurro. Fabian Ruiz ha mancato finora l’appuntamento con il salto di qualità. Tecnica sopraffina, visione di gioco, ma anche dei passaggi a vuoto che all’ombra del Vesuvio lo hanno fatto spesso finire nel mirino della critica. E dire che la qualità non gli manca: lo spagnolo ha dato più volte dimostrazione di quanto può dare, ma sono le pause nel corso della stagione e dello stesso match che gli hanno impedito di entrare nel cuore dei tifosi del Napoli, ma non di attirare l’attenzione degli osservatori dei grandi club. In tre da tempo sono sulle sue tracce: di Barcellona e Real Madrid si parlava già ai tempi del Betis, quando poi il club di De Laurentiis riuscì a portarlo in Italia. Alle big della Liga si è aggiunto anche il Manchester City di un altro spagnolo, Pep Guardiola.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fabian Ruiz
Fabian Ruiz (Getty Images)

Napoli, Fabian Ruiz nel mirino delle big

Considerato un “incompiuto” a Napoli, Fabian Ruiz piace e tanto alle tre big europee. Il suo contratto con gli azzurri scadrà nel 2023 e del rinnovo ormai da un po’ non si parla più. Nel mercato pre-Covid, il patron Aurelio De Laurentiis era disposto ad accettare soltanto offerte faraoniche per lui, ora le cose potrebbero cambiare.

LEGGI ANCHE >>> Il calciatore del Milan che può finire al Napoli (e non da solo) 

Soprattutto se il Napoli non centrerà la qualificazione alla Champions League, qualcosa nella strategia azzurra potrebbe essere modificata e anche Fabian Ruiz potrebbe entrare nella lista dei pezzi pregiati da vendere. Per pensarci però ci sarà tempo: ora ci sono 12 partite da fare al massimo per provare ad entrare nei primi quattro. Dopo arriverà il momento delle scelte e il 23enne Los Palacios y Villafranca non ha certo problemi di pretendenti: se sarà deciso l’addio, le big d’Europa sono pronte ad accoglierlo.