Totti, racconto da brividi sul Covid

Roma Totti Covid
Il campione ex Roma Totti consiglia come dare un calcio al Covid (GettyImages)

Francesco Totti, ex bandiera della Roma, ha raccontato la sua esperienza dopo la positività al Covid dei giorni scorsi

Un racconto da brividi dopo un’esperienza inaspettata. Francesco Totti ha avuto il Covid e ha spiegato, intervistato dal ‘Corriere della Sera’, come si è sentito, cosa ha provato, come ha vissuto quei giorni che sono stati difficili per lui e per la sua famiglia. Il racconto comincia così: “Ci sono voluti 24 giorni per guarire. Ho preso il Covid in una forma abbastanza aggressiva. Mi è stata diagnosticata una polmonite bilaterale”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

record curiosità serie A
Francesco Totti (GettyImages)

Covid, il racconto di Francesco Totti

I primi sintomi sono stati i seguenti: “Ho avuto febbre a quaranta e tosse continua. Mi sentivo stanco e non avevo fame. A un certo punto la saturazione è salita 89-90 e avrei dovuto ricoverarmi ma ho rifiutato. Avevo paura, per quello che era successo a mio padre due mesi prima. Con i farmaci sono riuscito ad uscirne, ma è stata veramente dura”.

LEGGI ANCHE >>> Il calciatore del Milan che può finire al Napoli (e non da solo) 

L’ex capitano e bandiera della Roma ha aggiunto: “Ho cercato di stare il più possibile a casa e curarmi con cortisone, antibiotici, eparina. Ero a letto da solo, in balia del tempo. Non reagivo. È stato un incubo durato quasi un mese. E quando ho visto che dopo una decina di giorni di farmaci e punture non mi passava ho temuto davvero”. Totti spiega che ha avuto paura per sé e per la sua famiglia, per chi gli stava attorno. Tutti i suoi cari hanno avuto il Covid, ma per fortuna tutti asintomatici. Lui, Totti, non sa chi può averlo contagiato. “Tra foto, autografi, amici, non sai chi possa essere stato”. Per fortuna è finita.