Juve, come realizzare il sogno Haaland: ecco il prezzo

Haaland Borussia Dortmund Juventus
Erling Haaland (Getty Images)

Erling Haaland è il bomber che scuote il mercato in Europa, la corsa al bomber norvegese può spingere a follie nonostante la crisi per il Covid-19.

Haaland ha segnato 31 gol in 30 presenze, viaggia alla media di una rete ogni 82 minuti, ha sfondato il muro delle cento reti tra i professionisti a vent’anni, non ci era riuscito nessuno finora. Neanche Mbappè, Ibrahimovic, Cristiano Ronaldo e Messi potevano vantare queste statistiche.

Haaland è il faro delle speranze del Borussia Dortmund, sia ai quarti di Champions League che nella rincorsa ai primi quattro posti della Bundesliga che valgono la conferma nell’Europa che conta.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Haaland esulta
Erling Haaland (Getty Images)

Branchini fa il prezzo: “Servono 120-130 milioni”

Giovanni Branchini, uno dei procuratori più affermati del calcio italiano, in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport” ha proposto il possibile prezzo per l’acquisto di Haaland: “Per acquistarlo servono 120-130 milioni, poi dipende dal club che lo vuole e dalle richieste del giocatore in questi casi”.

Branchini ricorda anche alcuni dettagli del contratto di Haaland: “Ha una clausola di 88 milioni di euro. La cifra è accessibile per molti club europei e consente ad Haaland e al suo entourage di avere notevole forza contrattuale. La situazione è al 50% e al 50% ma potrebbe anche decidere di fare un’altra stagione al Borussia Dortmund”.

LEGGI ANCHE >>> Tutti i dubbi della Juventus sul futuro di Ronaldo

Le grandi d’Europa, le società che puntano a vincere la Champions League sono lo status di Haaland, Branchini ha fatto questo punto: “Il Psg, se vende Mbappè, può provarci, poi c’è sempre il Real Madrid. Parliamo di uno dei cinque attaccanti più forti al mondo, il Manchester City potrebbe muoversi ma, quando penso al calcio di Guardiola, ritengo più opportuno un attaccante come Kane, meno ariete e più pronto a integrarsi con il gioco della squadra. Lo vedrei, invece, bene allo United, dove i bomber del Nord hanno un’ottima tradizione. Haaland sta facendo bene in Germania, può giocare dappertutto ma forse l’intensità della Premier sarebbe il contesto ideale”.

Ci pensa anche la Juventus, è il grande sogno in casa bianconera ma le residue speranze passano per la cessione di Cristiano Ronaldo.

Sull’ipotesi di un’asta, poi Branchini è cauto: “È complicato in tempi di Covid ma sfatiamo un tabù: il calcio era in crisi già prima del virus”