Quando torneranno i tifosi allo stadio? In Serie A ci si comincia a muovere

Dacia Arena dall'esterno
Dacia Arena (GettyImages)

La riapertura degli stadi resta un tema molto caldo anche per il calcio italiano, qualcosa sembra muoversi dall’interno. 

Quando torneranno i tifosi allo stadio? Bella domanda, alla quale trovare una risposta sembra un impegno assai arduo. Al momento, almeno in Italia, è tutto fermo sotto il punto di vista degli impianti calcistici, e gli stadi restano tristemente orfani di quelli che sono i veri padroni indiscussi, ovvero i tifosi.

C’è da capire quali saranno i prossimi step e quando effettivamente le partite di calcio potranno ritrovare quella cornice che rende lo sport più bello, ma soprattutto lo rende vivo. Per i cinema ed i musei qualcosa si comincia a muovere, con la data del 27 marzo indicata dal Governo per la riapertura.

Insomma, qualcosa anche per quanto riguarda l’aspetto ludico nel nostro paese sembra muoversi, e con esso ora si aspettano anche passaggi concreti per lo sport, e nella fattispecie il calcio. Dall’ambiente, tra l’altro, cominciano ad arrivare i primi segnali di chi vuole spingere adesso per una riapertura che, da un certo punto di vista, sarebbe anche possibile da qui ai prossimi mesi, magari anche prima della fine del campionato con una curva del contagio nuovamente appiattita.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gianpaolo Pozzo inquadrato
Gianpaolo Pozzo (GettyImages)

Tifosi allo stadio? Il presidente Pozzo smuove l’ambiente

In queste ore si è fatto sentire su questa delicata tematica anche Gianpaolo Pozzo, presidente dell’Udinese, che ha preso una posizione chiara riguardo la riapertura degli stadi. Un pensiero che, siamo sicuri, sia condiviso anche da altre compagini e da altri presidenti.

“Supereremo senz’altro tutte queste gravi difficoltà legate alla pandemia. Mi preoccupa continuare senza tifosi e che questo crei una disaffezione, perdendo quel pubblico, essenziale per noi e per la squadra, che si era consolidato negli anni. Il pubblico è tutto ed io non mi abituo senza”, ha spiegato il presidente Pozzo, soffermandosi anche sull’aspetto meramente sociale della situazione.

LEGGI ANCHE>>> Juventus, spifferi di mercato sul futuro di Cristiano Ronaldo

“A Udine, con gli apparati testati in Udinese-Fiorentina, credo che 10.000 tifosi possano tranquillamente entrare – ha spiegato Pozzo ai microfoni di Udinese Tv – alla Dacia Arena in assoluta sicurezza. Bisogna, però, tener conto che il tempo passa velocemente e il campionato tra due mesi è finito, quindi, non so se ce la faremo”, la chiosa del patron.