Europa League, la cronaca di Milan-Manchester Utd 0-1

Milan e Manchester in campo
Milan-Manchester (GettyImages)

Alle 21 luci accese allo Stadio Meazza in San Siro per gli ottavi di Europa League, scendono in campo Milan e Manchester United.

La Champions League ha ormai salutato tutte le italiane in corsa, con l’ultima eliminazione andata in scena ieri con la Lazio di Simone Inzaghi eliminata dal Bayern Monaco. Resta, cosi, proprio l’Europa League il palcoscenico dove il tricolore può ancora sventolare e trovare lustro grazie a Roma e Milan. Se per i giallorossi il compito sembra semplice in virtù della vittoria conquistata all’andata, per la squadra di Stefano Pioli il discorso è molto diverso.

Un risultato tutto sommato positivo, quell’1-1 conquistato nella prima sfida contro il Manchester United, che però dovrà trovare poi concretezza stasera. Il Milan, ormai quasi tagliato fuori dalla corsa Scudetto con l’Inter lanciata in fuga, ha di sicuro proprio nell’Europa League un obiettivo concreto da perseguire da qui ai prossimi mesi. Posto che la qualificazione è tutta da conquistare, servirà la grande esperienza dei veterani ma soprattutto nervi saldi, contro una compagine come quella animata dai red devils, abituata a vivere le grandi notti europee.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Milan-Manchester Utd, le probabili formazioni

Diversi dubbi per Stefano Pioli anche a poche ore dal fischio d’inizio. C’è la buona notizia del recupero di Zlatan Ibrahimovic che, però, non partirà titolare visto il pochissimo minutaggio nelle gambe, al netto delle assenze di Leao e Rebic. In avanti, dunque, sarà Castillejo a fungere da centravanti.

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Kalulu, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Meitè, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Krunic; Castillejo. All. Pioli

LEGGI ANCHE >>> Incubo Inter: un altro infortunio dopo Vidal

Diversi recuperi interessanti per Solskjaer che ritrova Rashford, Pogba e Van De Beek. Al tempo stesso, però, l’allenatore dei red devils deve rinunciare a Martial e Cavani. Possibile che il tecnico si affidi a Greenwood, nel tridente offensivo composto poi da James e Bruno Fernandes alle spalle della punta Rashford.

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; McTominay, Fred; James, Bruno Fernandes, Greenwood; Rashford. All. Solskjaer