Milan, rebus Donnarumma: il retroscena sul futuro

Donnarumma
Donnarumma (Getty Images)

Quale sarà il futuro di Donnarumma? Rinnovo o addio al Milan? Il portiere rossonero valuterà il da farsi nel corso dei prossimi mesi. La decisione definitiva potrebbe arrivare solo a fine stagione

Quale sarà il futuro di Donnarumma? Il portiere rinnoverà con il Milan o dirà addio al club rossonero a fine anno? Appuntamento rinviato a fine stagione, quando l’estremo difensore sciogliere le riserve in chiave futura. Come rivelato tempo fa dallo stesso diretto interessato, la priorità di Donnarumma sarà quella di proseguire la sua carriera in maglia rossonera. Un rinnovo che dovrebbe accontentare le richieste dell’entourage del giocatore, richieste fissate a circa 9-10 milioni di euro annui.

I rossoneri valuteranno il da farsi, ma non è escluso che il Milan possa decidere di mettere sul piatto della bilancia solo 8 milioni di euro annuali. Un tira e molla costante, ma che Donnarumma potrebbe sciogliere definitivamente dopo la qualificazione aritmetica del Milan in Champions League. Occhio, però, al timido interesse della Juventus e al possibile affondo del Manchester United.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Donnarumma dà indicazioni
Donnarumma (Getty Images)

Milan, rinnovo Donnarumma: retroscena e possibili scenari in vista dell’estate

Donnarumma, come detto, darà priorità al rinnovo con il Milan, ma se l’offerta rossonera non dovesse soddisfare le richieste di Mino Raiola, è chiaro che la conferma dell’estremo difensore classe 1999 potrebbe essere messa in sera discussione. La Juventus, dal canto suo, potrebbe affondare il colpo strappando il portiere ai rossoneri a costo zero, ma in quel caso Szczensy dirà addio ai bianconeri a fine stagione. Nessuna conferma, ma iniziano a trapelare diverse ipotesi.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, il gioiello é ormai tornato

Donnarumma piace particolarmente anche al Manchester United, altra società pronta a mettere sul piatto della bilancia un ricco contratto al portiere rossonero per cercare di convincerlo a lasciare il Milan e a trasferirsi in Premier League.