Atalanta, spunta il candidato a diventare bandiera nerazzurra

L'Atalanta esulta
Atalanta-Spezia (GettyImages)

L’Atalanta ha ormai portato in essere un processo di crescita esponenziale, e c’è sarebbe disposto a chiudere la carriera a Bergamo.

In casa Atalanta ci si prepara a quello che sarà un rush finale di stagione molto importante. La Dea arriva a questa ultima fase del campionato da quarta in classifica, e dunque detentrice momentanea di quello che rappresenta l’ultimo piazzamento utile per la prossima Champions League. Un obiettivo che, ovviamente, in casa nerazzurra si vuole portare a compimento da qui al termine, ma il traffico è considerevole.

Sono tante le squadre, infatti, che ad oggi stanno lottando spalla a spalla per provare a piazzarsi nei primi quattro posti, e dunque essere ad oggi al quarto posto non è assolutamente sinonimo di garanzia. Anche perchè lo scarto con le inseguitrici è davvero minimo, motivo per il quale servirà grande dedizione da parte di tutti i componenti della squadra.

Certo, approdare per il secondo anno consecutivo in Champions sarebbe un risultato di sicuro esaltante, e che premierebbe il lavoro fatto in questi anni da parte di tutta la dirigenza bergamasca. Anche i giocatori di Gasperini, tra l’altro, sono pronti a suonare la carica per raggiungere l’obiettivo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Marten De Roon in campo
Marten De Roon (GettyImages)

Atalanta, c’è chi si candida a diventare una bandiera…

Come detto, in casa della Dea c’è chi è disposto a dare tutto per portare a casa quello che rappresenta davvero un obiettivo esaltante per tutta la piazza. La dimensione della squadra nerazzurra dà ormai la percezione di aver raggiunto un livello importante, e proprio per questo confermare la presenza in Champions sarebbe un gran risultato.

LEGGI ANCHE >>> Atalanta, occhio: sei nel mirino dei petrolieri

Marten De Roon ha chiarito pubblicamente quanto questa sensazione sia palpabile anche tra i giocatori della Dea: “C’è una parte di te che vorrebbe vincere un trofeo, lo Scudetto, qualcosa. Poi dall’altra parte – ha dichiarato ai microfoni de ‘Cronache di Spogliatoio’ – la vita a Bergamo mi piace, la mia famiglia sta bene qui, la società è seria. E di nuovo però pensi se ci fosse la possibilità di fare il salto in una big storica come l’Inter o la Juventus“.

Poi quello che sembra un annuncio, o comunque una volontà chiara sul proprio futuro: “Ma l’Atalanta ad oggi, ogni stagione, è sempre tra i primi quattro posti della classifica. Gioco in Nazionale, mi sento importante. Mi piacerebbe finire la mia carriera qui, poi nel calcio non si sa mai, ma ad ora la sensazione è questa”.