Zidane si è promesso in pubblico alla Juventus

Zidane e Klopp
Zidane e Klopp (Getty Images)

Zinedine Zidane ha parlato del suo futuro dopo il successo del Real Madrid contro il Liverpool: il francese ammicca alla Juventus

Pirlo si gioca il futuro: contro il Napoli la Juventus deve vincere per spazzare via i dubbi sul piazzamento Champions e soprattutto sul tecnico. Una sconfitta aprirebbe la strada ad un esonero immediato, impensabile fino a qualche settimana fa. L’incontro Agnelli-Allegri ha alimentato le voci, ma è soprattutto la posizione in classifica a fare da detonatore ad una situazione che potrebbe esplodere con un altro tracollo.

La sfida al suo vecchio amico Gattuso è fondamentale per il futuro immediato di Pirlo, la qualificazione in Champions potrebbe anche non bastare per quello più lontano. La Juventus riflette su quel che sarà la guida tecnica il prossimo anno e sfoglia la margherita dei possibili successori in panchina. Uno dei profili più graditi porta a Zinedine Zidane, protagonista ieri in Champions con il Real Madrid: vittoria netta contro il Liverpool (3-1) e semifinale più vicina. Il tecnico francese proprio dopo la gara di ieri ha rilasciato parole importanti sul suo futuro e sulla Juventus.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Vinicius e Zidane
Vinicius e Zidane (Getty Images)

Juventus, Zidane: “L’Italia è nel mio cuore”

Zinedine Zidane ha parlato del suo rapporto con l’Italia e con la Juventus al termine della gara contro il Liverpool. Le parole dell’allenatore francese sembrano quasi una ‘promessa’ per il futuro.

LEGGI ANCHE >>> Milan, il leader non ha (ancora) rinnovato: avanza la Juventus

Intervenuto a ‘Sky’, il tecnico del Real Madrid non ha nascosto che “l’Italia è sempre nel mio cuore”, soffermandosi anche sulla società bianconera. “La Juventus per me è sempre stata importante – le sue parole – sono stato cinque anni a Torino”. Parole al miele per i bianconeri, anche se sul futuro in Italia Zidane, ovviamente, ha evitato di sbilanciarsi: “Non lo so se mi rivedrete in Italia come allenatore, vedremo…”