Conte si arrabbia anche con lo scudetto in tasca

Conte Inter scudetto
Antonio Conte (Getty Images)

Alla vigilia della sfida di campionato contro il Cagliari, Antonio Conte, tecnico dell’Inter, ha parlato della lotta scudetto e delle concorrenti per la Champions League.

Nonostante gli 11 punti di vantaggio sulla seconda in classifica, ovvero il Milan, Antonio Conte non molla la presa. Per il rush finale del campionato, essendo giunti alla 30esima giornata, pretende ancora il massimo dai suoi. L’Inter, infatti, avrà ancora sfide da vertice, come lo scontro diretto col Napoli, e dovrà ben figurare.

In vista dell’impegno di campionato col Cagliari, Conte ha dichiarato alla stampa: “Vogliamo fare qualcosa di eccezionale in Italia e chi parla dell’Inter dovrebbe concentrarsi su questo.  Bisognerebbe dare enfasi e valore a quanto stiamo facendo. Dobbiamo stare zitti e pedalare, non dobbiamo dare speranze a chi ci insegue”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inter, Conte non abbassa la guardia sullo scudetto

Conte durante Inter-Sassuolo
Antonio Conte – Inter (GettyImages)

“Negli ultimi nove anni – ha dichiarato Conte – ha sempre vinto la stessa e unica squadra. Quindi concentriamoci su quello che stiamo facendo e diamogli peso. Non abbiamo ancora fatto niente per ora, tuttavia abbiamo restituito credito all’Inter sia in Italia che in Europa. in finale di Europa League ed è il miglior risultato di una squadra italiana negli ultimi anni. Ora dobbiamo fare un ultimo step, che è il più importante. Non dimentichiamo però che la delusione può essere dietro l’angolo”.

LEGGI ANCHE >>> “Mi hanno chiamato Juve e Roma”: Mihajlovic svela tutto

Infine, Conte conclude ripensando al suo percorso in nerazzurro fino a questo punto: “Venire qui è stata la scelta più difficile che potessi compiere, ma mi piace mettermi in gioco e in discussione. Avevo e ho ancora molto da perdere, ma ho la testa dura e vado avanti. Sono pronto ad abbattere anche i muri con la testa“.