L’equivoco che potrebbe aver causato l’espulsione di Ibra

Ibrahimovic in campo
Ibrahimovic (Getty Images)

Espulsione Ibrahimovic in Parma-Milan. Il mistero si infittisce. Cosa ha detto Zlatan all’arbitro Maresca? La ricostruzione social.

Parma-Milan è destinata a far discutere. E non poco. Il motivo? Sicuramente l’espulsione di Zlatan Ibrahimovic nel secondo tempo. Al minuto 60 del match allo stadio Tardini contro la squadra di Roberto D’Aversa, Stefano Pioli è stato costretto all’inferiorità numerica. L’attaccante svedese, infatti, si è visto sventolare in faccia un cartellino rosso dall’arbitro Fabio Maresca. Stupore in campo e sulla panchina del Milan.

L'arbitro Maresca
Maresca (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Espulsione Ibrahimovic, la ricostruzione

Ibrahimovic è stato espulso, probabilmente, a causa di eccessive proteste per un presunto fallo a suo favore non fischiato a metà campo. Cos’ha detto Ibra? A detta di Stefano Pioli non ci sarebbero state offese. Ma, nel post gara, i tifosi si sono scatenati sui social network, alla caccia del labiale e del giusto frame video. Per alcuni Zlatan avrebbe detto “Mi sembra strano, eh?”, ma la reazione dell’arbitro fa pensare ad altro. Per altri utenti l’arbitro avrebbe capito “Sei un bastard*, eh?”. Potrebbe essere proprio questo l’equivoco ad aver causato il rosso.

LEGGI ANCHE >>> Udinese, terza sconfitta consecutiva: squadra in ritiro

Il mistero resta celato. Non è chiaro, effettivamente, quale frase abbia pronunciato l’attaccante del Milan. Bisognerà attendere il referto di gara dell’arbitro nel quale saranno riportate le motivazioni precise del provvedimento disciplinare. Ci penserà, poi, il Giudice sportivo: per la squalifica il minimo è una giornata, ma nel caso di ingiurie la pena può essere decisamente più dura.