Roma, in periodo di magra torna El Flaco

javier pastore
Javier Pastore (Getty Images)

La Roma ritrova, a otto giornate dal termine del campionato, un giocatore mancato per quasi un anno intero, Javier Pastore.

La trentesima giornata di Serie A era per la Roma un’ultima chiamata alle armi. Dopo il pareggio contro il Sassuolo ed in vista della sfida contro il Torino, squadra in salute stando  a quanto dicono le ultime prestazioni, oltre che alla ricerca disperata di punti salvezza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La Roma occupa il settimo posto della classifica, staccati di cinque punti dal quarto posto che regalerà, a chi sarà in grado di conquistarlo, l’accesso alla fase preliminare della prossima edizione di Champions League. L’Inter sembra ormai fuggita verso la gloria, ma la lotta per le posizioni europee resta più che mai serrata. La stagione dei giallorossi è stata un po’ altalenante, l’attuale posizione occupata, alle spalle dei cugini della Lazio, è in buona parte dovuta all’incapacità mostrata nel corso dell’anno di vincere gli scontri diretti, che non sono certo mancati. A mancare sono stati però anche i giocatori chiave, fermati da malattie, infortuni o battibecchi con l’allenatore.

Il recupero di giocatori come Pastore potrebbero salvare la stagione della Roma

paulo fonseca
Paulo Fonseca (Getty Images)

La sfida di oggi fra Roma e Bologna, alla luce di queste premesse, porta in carico un paio di buone notizie per i capitolini. Innanzitutto i tre punti che consentono alla squadra di Fonseca di non scendere dal treno Champions, fondamentale la rete segnata da Borja Mayoral per sbloccare una partita molto sofferta. A ciò si aggiunge il ritorno sul terreno di gioco, con la maglia giallorossa, dell’argentino Javier Pastore. L’ultima apparizione del Flaco risaliva al 28 giugno 2020, partita di campionato contro il Milan.

LEGGI ANCHE >>> Milan, l’impensabile sgarbo al Napoli

Nell’arco della stagione 2020/21 Pastore ha dunque collezionato, prima di oggi, zero presenze totali. Non un minuto in campionato, fuori dalla lista UEFA, nemmeno un cameo in Coppa Italia. L’addio a gennaio sembrava scontato, ma da oggi potrebbe cominciare la nuova vita di Pastore nella capitale. Chi ama il calcio non ha mai dimenticato il talento e la classe del trequartista, giocatore che, se recuperato a pieno regime, farebbe le fortune di molti team.