“Lukaku può pulirgli i piedi”: il confronto impietoso con l’ex Inter

Lukaku lautaro
Lukaku e Lautaro Martinez (Getty Images)

Non bastano i 21 gol in campionato e la leadership in un’Inter che sta per tornare a vincere: ancora critiche a Lukaku

Ventuno gol in campionato, ventisette in stagione e ben 61 in meno di due anni con la maglia dell’Inter. Questi i numeri di Romelu Lukaku, l’attaccante voluto ad ogni costo da Antonio Conte e che con Conte sta riportando i nerazzurri alla vittoria. Un attesa lunga oltre dieci anni e che sta per terminare. Undici punti di vantaggio sul Milan, il conto alla rovescia per la festa interista è ormai già partito.

Eppure, nonostante questo ruolino di marci impressionante, c’è sempre chi ritiene il belga non un campione. Un giudizio che sta trovando sempre meno estimatori, ma che permane: uno dei sostenitori di questa linea è Antonio Cassano che sulla ‘Bobo Tv’ non perde occasione di lanciare invettive nei confronti dell’attaccante dell’Inter.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku (Getty Images)

Inter, Cassano contro Lukaku: “Può pulire il piede a Vieri”

L’ex attaccante ribadisce il suo giudizio non certo positivo verso Lukaku e l’Inter in generale. Sul belga è netto: “Vieri era più forte di lui, tutta la vita. Lukaku può pulire il piede destro a Bobo”.

LEGGI ANCHE >>> Inter, la doppia faccia nerazzurra tra Serie A ed Europa

Non va meglio alla squadra e ad Antonio Conte. Il problema? La solita questione del gioco: “Ieri ho visto il padel, non Inter-Cagliari: è la solita manfrina”. Cassano continua spiegando di aver detto “l’anno scorso che i nerazzurri avrebbero vinto lo scudetto perché Conte ti dà 15 punti in più a livello di gruppo, non di gioco”. Un gioco che non ci sarà mai: “Le sue squadre non fanno bel calcio e sarà così anche in futuro”. La conseguenza: “Conte ha sempre fatto malissimo nelle coppe”.