Juventus, scatta il piano per il ‘nuovo Morata’

Paratici con la mascherina
Fabio Paratici (Getty Images)

La Juventus lavora al futuro. Nel mirino un attaccante che potrebbe arrivare con le stesse modalità con le quali è arrivato Morata.

In casa Juventus si lavora per l’estate, aumentare lo spessore di un attacco scarno e che in futuro potrebbe vedere profondi cambiamenti. Non è ancora chiaro cosa sarà del futuro di Cristiano Ronaldo, che ad oggi potrebbe restare o anche spingere per una cessione nella prossima sessione di mercato (ritorno al Real Madrid?).

Poi c’è il caso Dybala, che ancora non ha rinnovato. Difficile capire se e quando l’argentino deciderà di accordarsi con la Juventus per restare in quel di Torino. Tutto, ad oggi, è possibile e questo tiene in allerta la dirigenza che potrebbe trovarsi in una situazione di grosso deficit offensivo in estate.

Anche perchè lo stesso Alvaro Morata non ha certezza di permanenza. Il riscatto del cartellino costerebbe più di 40 milioni, troppo per le casse di un club che deve far fronte (cosi come altri) anche alla crisi causata dalla Pandemia.

Insomma, un attacco che potrebbe necessitare di un investimento importante per dare ad Andrea Pirlo (ammesso che sia lui l’allenatore del prossimo anno) modo di gestire un reparto offensivo di tutto rispetto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ousmane Dembélé in azione
Ousmane Dembélé (GettyImages)

Juventus, ecco il piano per prendere il nuovo Morata

Cosi il club si sta cautelando, ed c’è un obiettivo interessante che potrebbe arrivare a Torino proprio grazie ad un’operazione uguale a quella intavolata per portare proprio Morata in bianconero. Il nome è Ousmane Dembélé, attaccante francese che in casa Barcellona non ha convinto a pieno.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, doppia assenza in attacco: Pirlo ritrova un pilastro della difesa

Insomma, Paratici sta prendendo le misure preparando una proposta da fare al club catalano. Un prestito da 10/15 milioni di euro con il riscatto fissato intorno ai 35/40 milioni, dunque una valutazione totale che si aggirerebbe attorno al 50 milioni.

A differenza di Morata, però, in quest’operazione sarebbe necessario un passaggio obbligato: il rinnovo di contratto.  L’attuale accordo del francese con il Barcellona, infati, andrà in scadenza il 30 giugno del 2022. Per portare a termine un prestito con diritto di riscatto occorrerebbe un prolungamento di conttratto.