Sarri ha già accettato una decisione clamorosa della Roma

Maurizio Sarri a bordocampo
Maurizio Sarri (Getty Images)

Maurizio Sarri è uno dei principali indiziati a sedersi sulla panchina della Roma il prossimo anno: ha già accettato una condizione del club giallorosso

Ha una base solida, di fedelissimi, dalla quale parte. Poi, solo dopo, coinvolge gli altri. Maurizio Sarri, a Napoli, aveva una formazione titolare e una di riserva. Arrivò a sfiorare lo scudetto nonostante le critiche per i calciatori che accantonava. Per molti, questo, era un difetto. Per la Roma, che lo cerca, potrebbe essere un pregio, uno dei motivi per cui puntare forte su di lui.

L’edizione odierna del quotidiano ‘Repubblica’ fa sapere che Sarri è tra i principali indiziati a sostituire Fonseca perché, si legge, accetterebbe la riduzione dell’organico da 29 a 18 uomini. Una rosa ristretta su cui poter lavorare e fare affidamento. Sarebbe stato Ramadani, noto procuratore, suo agente, a proporlo alla Roma. Un nome, quello di Sarri, che la Roma considera, al pari di Allegri, il vero sogno.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Maurizio Sarri a bordocampo
Maurizio Sarri (GettyImages)

La richiesta della Roma a Sarri

Non tutti gli allenatori sarebbero disposti a lavorare con un organico minimo in termini numerici, assumendosi il rischio di infortuni e indisponibilità. Sarri, a quanto pare, accetterebbe questa condizione, sa che lavorare con una base solida, partendo dall’undici di riferimento, può essere una buona soluzione per diffondere le proprie idee. Ovviamente coinvolgendo tutta la rosa, facendo sentire tutti importanti. Come era capitato, ad esempio, al Chelsea e alla Juventus, esperienze successive al Napoli durante le quali Sarri è cresciuto, dimostrando anche di aver superato il suo storico limite (grazie alla forza dei singoli calciatori).

LEGGI ANCHE >>> Lautaro ha cambiato agente ma non ha cambiato idea

Oltre all’allenatore toscano, a quanto pare, Ramadani avrebbe offerto alla Roma anche Maksimovic, difensore in scadenza di contratto col Napoli e sul quale, a zero, c’è anche l’Inter. La priorità del club giallorosso in questo momento è il nome del nuovo allenatore: Sarri è in pole position.