Tutti i numeri della Superlega

Florentino Perez
Florentino Perez (Getty Images)

Si conoscono ancora pochi dettagli sulla nuova Superlega, ma è già certa, o quasi, la strada verso la finale: emergono anche le prime cifre

Si giocherà tanto e si guadagnerà altrettanto partecipando alla Superlega appena nata. Ci saranno venti squadre e un maxi-gettone (si fa per dire) da 3,5 miliardi da ripartire nelle varie società che vi faranno parte. Un giro d’affari notevole e una struttura organizzativa ben delineata per non fare mai annoiare i telespettatori: d’altronde, il senso è quello di rendere l’offerta più interessante.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Marotta e Agnelli seduti accanto
Marotta e Agnelli (Getty Images)

Tutti i numeri della Superlega

Sul proprio sito ufficiale, la Superlega rende noti i dettagli sulla formula della competizione: dodici club sono già certi, tre arriveranno a breve, gli altri cinque verranno scelti ad invito (secondo le parole di Perez potrebbero cambiare ogni anno in base ai traguardi nei campionati nazionali).

Le venti squadre verranno divise in due gironi da dieci, si giocheranno gare di andata e ritorno e le prime quattro di ogni gironi andranno avanti e proseguiranno la propria marcia verso la finale con i quarti e le semifinali in gare d’andata e ritorno. La finale sarà secca e in campo neutro.

LEGGI ANCHE >>> Napoli in Superlega: De Laurentiis rompe il silenzio

Si giocherà durante la settimana, forse di mercoledì, e le partite totali saranno 193, con ogni squadra che ne giocherà minimo 18 (il girone) fino ad un massimo di 23 (arrivano in finale). Quando si parte? Forse ad agosto. Oppure mai. Perché è tutto ancora incerto.

La torta da 3,5 milioni, come scrive ‘Il Fatto Quotidiano’, non verrà divisa in uguali fette: 6 squadre riceveranno 350 milioni, 4 ne avranno 225, altri 2 si dovranno “accontentare” di 112 e le ultime tre, delle 15, di 100 milioni. Non è ancora chiaro quanto riceveranno i cinque club invitati ogni anno, così come non è chiaro il criterio di suddivisione degli introiti. Tanti dubbi da consegnare al futuro.