Terremoto Superlega in Premier: giocatori spiazzati e contrari, convocati i capitani

rashford henderson pogba
Jordan Henderson (Getty Images)

Jordan Henderson, capitano del Liverpool, ha chiamato a raccolta i capitani di tutte le squadre di Premier per discutere della Superlega.

La notizia della nascita della Superlega Europea ha creato grande confusione e sgomento nel panorama calcistico mondiale, ma nessun campionato ne è stato affetto quanto quello inglese.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Sei squadre fra le dodici fondatrici della Superlega sono istituzioni storiche della Premier League, il campionato inglese: Arsenal, Chelsea, Liverpool, Machester City, Manchester United e Tottenham sono uscite allo scoperto qualche giorno fa dichiarando che prenderanno parte al progetto di rivoluzione del calcio continentale.

Il campionato inglese è da anni ormai quello più ricco, quello che prima e più degli altri ha accolto fondi provenienti dall’estero, con risultati evidenti dal punto di vista della competitività delle squadre partecipanti ed il numero di spettatori a livello mondiale. Nuovi stadi, grandi campioni ed allenatori, ma uno spirito romantico che lo accompagna dalla nascita e che per molti è la vera essenza del calcio d’oltremanica.

Non stupisce che la creazione di una Superlega sia stata interpretata da chi vive quel calcio come una scelta contraria a tutti i principi che da sempre sorreggono il campionato “più bello del mondo”. In questi giorni si sono alzate molte voci per protestare contro la novità: da ex giocatori come Gary Neville e Rio Ferdinand ai tifosi di Liverpool e City, dichiaratisi tutti traditi dalle squadre che hanno sempre sostenuto.

tifosi protestano
Due tifosi inglesi protestano contro la Superlega (Getty Images)

I calciatori della Premier si sono sentiti chiamati in causa

Ecco allora che i giocatori hanno sentito la responsabilità verso i loro fan e hanno deciso di agire. Uno in particolare, ovvero il capitano del Liverpool e centrocampista della nazionale inglese Jordan Henderson, figura carismatica e rispettata all’interno della Premier League. È stato lui, stando a quanto riportato dal ‘Daily Mail’, a chiamare a rapporto i capitani di tutti i team del campionato (partecipanti alla Superlega e non) per discutere faccia a faccia della situazione, nel tentativo di trovare delle possibili soluzioni condivise, o meglio, una posizione comune. Le parole di personaggi importanti come Klöpp e Guardiola fanno intendere che nell’ambiente non ci sia grande entusiasmo per il nuovo torneo, ritenuto elitario.

LEGGI ANCHE >>> Napoli in Superlega: De Laurentiis rompe il silenzio

Henderson non è l’unico caso in cui dei giocatori hanno reagito in maniera discordante con le gesta delle società: sempre stando ai report del ‘Daily Mail’ anche i giocatori del Manchester United non sarebbero affatto contenti della decisione del club di prendere parte alla Superlega, con l’aggravante di non essere stati informati di questo sviluppo. Inutili per ora i tentativi di Ed Woodward, AD dei Red Devils, di chiarire la vicenda con la rosa.