Galles, terremoto in panchina: esonerato Giggs dopo l’accusa per violenza

Ryan Giggs in tribuna
Ryan Giggs (GettyImages)

Un terremoto ha scosso la panchina del Galles. Ryan Giggs, ex stella del Manchester United, non è più il commissario tecnico.

Un vero e proprio terremoto, quello che ha scosso la nazionale del Galles, prossima avversaria dell’Italia ad Euro 2021. A finire nell’occhio del ciclone è il suo commissario tecnico, anche se ormai dovremo definirlo ex. Ryan Giggs, leggenda del calcio inglese con la maglia del Manchester United, è stato infatti esonerato. Una notizia piovuta come un fulmine a ciel sereno e che ha ovviamente scosso tutto il panorama calcistico britannico.

Dopo aver conquistato la possibilità di accedere ai prossimi europei, per Giggs non ci sarà la possibilità di guidare il Galles. Il motivo, ovviamente, sta facendo discutere ed è alla base di una scelta che è sembrata purtroppo scontata. L’ex giocatore dei red devils, infatti, è stato formalmente incriminato per aggressione fisica ai danni di due donne, di cui una è la sua fidanzata all’epoca dei fatti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ryan Giggs in tribuna
Ryan Giggs (GettyImages)

Galles, Giggs incriminato: già nominato il sostituto

L’episodio per il quale è stato incriminato Giggs risale allo scorso novembre: l’intervento delle forze dell’ordine nella sua abitazione di Salford, in seguito alla richiesta di aiuto fatta da due donne, tra cui appunto la sua fidanzata al tempo. Il tutto perchè queste presunte vittime di violenza da parte dello stesso Ryan.

LEGGI ANCHE >>> Roma, tegola pesante per Fonseca (anche in vista del Manchester)

Il caso è cosi andato avanti fino all’accusa nei confronti del commissario tecnico e, dunque, fino ad arrivare all’esonero. Il tutto, ovviamente, sta creando anche molta discussione nell’opinione pubblica, soprattutto dopo la conferma ufficiale della federazione gallese.

E’ già emerso il sostituto. La panchina sarà affidata a Robert Page, già presente nelle amichevoli di novembre contro Usa, Irlanda e Finlandia e poi contro Belgio, Messico e Repubblica Ceca in quella che è stata la sessione di marzo delle nazionali. Da qui la scelta di confermare lo stesso Page.

Una notizia che riguarda indirettamente anche l’Italia, visto che il Galles si trova nel girone degli azzurri insieme a Svizzera e Turchia.