La Roma crolla con il Manchester United, qualificazione a forte rischio

Pellegrini deluso dopo la sconfitta della Roma contro il Manchester United
Pellegrini (GettyImages)

La Roma esce sconfitta per 6-2 dal confronto col Manchester United all’Old Trafford: giallorossi avanti nel primo tempo, crollano nel secondo

Trasferta amara in Inghilterra per la Roma, che nella semifinale d’andata è costretta a cedere per 6-2 contro il Manchester United. Una gara che per certi versi ha ricordato la sfida di tre anni fa contro il Liverpool. Anche in quel caso, i giallorossi dovettero arrendersi con un passivo pesante. In quel caso però terminò 5-2.

Pellegrini e compagni erano andati al riposo in vantaggio per 2-1 ma nella seconda parte di gara sono stati travolti dai Red Devils, capaci di colpire in cinque circostanze l’unica compagine italiana rimasta in Europa a questa altezza delle competizioni.

La serata della formazione di Paulo Fonseca è stata contrassegnata anche dalla sfortuna. Il tecnico portoghese è stato costretto a procedere a tre cambi già prima dell’intervallo. La cattiva sorte ha condizionato naturalmente i piani della Roma, che nella ripresa ha pagato qualche ingenuità individuale, un po’ di stanchezza. L’Italia esce ancora una volta malconcia dalle partite internazionali.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Il Manchester United esulta dopo una delle sei reti rifilate alla Roma
L’esultanza del Manchester United dopo un gol (GettyImages)

Roma, gira tutto male: i giallorossi passano in vantaggio con il Manchester United ma crollano nella ripresa

La serata della Roma è cominciata in maniera negativa ma sembrava essersi aggiustata nonostante gli infortuni. Il Manchester United dopo il vantaggio firmato da Bruno Fernandes. La squadra di Fonseca ha reagito con orgoglio. I giallorossi hanno pareggiato con Lorenzo Pellegrini su calcio di rigore e ribaltato il punteggio con Edin Dzeko. La sfortuna però ha condizionato la sfida della Roma, che prima del riposo è stata costretta a sostituire Veretout, Spinazzola e Pau Lopez.

Nel secondo tempo, i giallorossi si sono sfaldati molto presto. Dopo 3′ Cavani ha rimesso il risultato in parità. L’ex Napoli ha firmato anche la terza marcatura con la complicità di Mirante che non ha trattenuto un tiro di Wan Bissaka. Prima della conclusione la squadra di Solskjaer ha segnato ancora con Cavani, Bruno Fernandes (su calcio di rigore) e Greenwood.

LEGGI ANCHE >>> Roma, clamoroso a Old Trafford: tre infortuni in meno di 40′ minuti

La Roma avrà adesso bisogno di una vittoria per 4-0 nella gara di ritorno in programma all’Olimpico il prossimo 6 maggio. Per continuare a sognare, la squadra di Fonseca dovrà fare un’impresa anche più grande di quella che gli riuscì in Champions League. In quel caso, gli uomini allenati da Eusebio Di Francesco ribaltarono il discorso qualificazione contro il Barcellona al termine di una partita perfetta.