Milan in emergenza: due titolari alle prese con il termometro

Milan in emergenza: due titolari alle prese con il termometro
Stefano Pioli (Getty Images)

Rischia l’emergenza il Milan in difesa: Kjaer e Calabria hanno presentato qualche linea di febbre. Scongiurata ipotesi Covid

Si potrebbe presentare con difficoltà impreviste la partita col Benevento per Stefano Pioli. Il tecnico del Milan potrebbe perdere due giocatori importanti e stabilmente nell’undici titolare in vista della gara contro il Benevento che si terrà domani sera alle ore 20.45 allo stadio Giuseppe Meazza. Infatti, i difensori Simon Kjaer e Davide Calabria, secondo quello che riporta ‘Sky Sport’, hanno mostrato qualche linea di febbre: quasto il motivo per cui non hanno preso parte all’allenamento, mettendo in evidenza anche qualche sintomo influenzale. Lo staff medico del Milan, però, ha escluso l’ipotesi che possa trattarsi di casi Covid: inoltre, da Milanello arriva anche la sensazione che per la gara ci possa essere ottimismo per un loro impiego. In caso di assenza, i sostituti saranno quasi certamente Dalot e Tomori.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Simon Kjaer in campo
Kjaer (Getty Images)

Emergenza in difesa: il Milan spera nei recuperi

In vista del Benevento, Stefano Pioli dovrebbe ritrovare in attacco dal primo minuto Zlatan Ibrahimovic: lo svedese ha lavorato in gruppo tutta la settimana dopo aver cancellato i problemi fisici che lo hanno tenuto ai box nelle ultime tre gare. Sulla trequarti agiranno Calhanoglu, Saelemaekers e Rebic: non dovrebbero strappare una maglia da titolare Castillejo e Leao.

LEGGI ANCHE >>> Inter, la mossa di mercato che Zhang spera di concludere

In cabina di regia agiranno Bennacer e Kessié. In difesa, invece, spazio a Romagnoli (dopol le difficoltà palesate da Tomori) con Kjaer se dovesse recuperare: in caso contrario ci sarà il centrale di proprietà del Chelsea. Sulle fasce Theo Hernandez è certo, Calabria, come detto in forse, con Dalot pronto a subentrare. Tra i pali, ovviamente, Donnarumma.