Milan, per il dopo Donnarumma c’è il portiere di riserva

Donnarumma si lamenta
Donnarumma (Getty Images)

Con la questione Donnarumma ancora in sospeso il Milan guarda a nuovi portieri: uno degli obiettivi fa la ‘riserva’ in Serie A

Maldini ha provato a chiudere il caso: decide il Milan chi gioca e fino al termine della stagione non si parla di rinnovi. Il caso Donnarumma però tiene banco e per i rossoneri il tempo delle decisioni sta per arrivare. Domenica c’è la Juventus, una delle società che segue da vicino l’evolversi della situazione legata al contratto del portiere. Una sfida che darà un segnale chiaro nella corsa alla Champions dalla quale dipende anche il futuro del 22enne.

L’incontro con i tifosi, la richiesta di non scendere in campo contro i bianconeri, le lacrime: Donnarumma non vive certo una situazione semplice, ma domenica sera sarà regolarmente in porta. Poi arriverà il tempo della verità ed allora sarà il classico dentro o fuori. Il Milan si prepara anche al possibile addio e sonda vari portieri. Uno di questi gioca in Serie A e non ha il posto assicurato.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Meret in campo
Meret (Getty Images)

Milan, il nome per il dopo Donnarumma: non solo Maignan

Il Milan studia i nomi per il dopo Donnarumma. Di Maignan, estremo difensore del Lille, si sa ormai da qualche settimana, ma potrebbe esserci un altro candidato dalla Serie A. Il profilo è quello di Alex Meret che a Napoli non ha il posto assicurato. Gattuso gli ha spesso preferito Ospina, soprattutto nelle partite più importante e l’ex Udinese ha trovato spazio per i frequenti forfait del colombiano.

LEGGI ANCHE >>> Il vicepresidente del Napoli attacca gli arbitri dopo Udinese-Juve

Una situazione che in estate potrebbe portare all’addio. Se non ci sarà chiarezza nei ruoli, infatti, Meret potrebbe decidere di lasciare Napoli. Secondo quanto riferisce ‘Il Mattino’, il Milan potrebbe fiondarsi su di lui se dovesse esserci lo strappo con Donnarumma. In quel caso, davanti all’offerta giusta, De Laurentiis non si opporrebbe alla cessione del 24enne.