L’indizio che avvicina Zidane alla Juventus

zidane in panchina
Zidane (Getty Images)

Secondo fonti spagnole, dopo l’eliminazione in Champions Zidane è sempre più lontano dal Real: la Juve è una possibilità

“Nello spogliatoio del Real Madrid hanno la sensazione, in base a ciò che percepiscono quotidianamente, che Zidane non proseguirà la prossima stagione”: con queste parole inizia il pezzo del collega spagnolo Mario Cortegana, giornalista molto attento alle vicende della Casa Blanca. Il suo pezzo su ‘goal.com’ si presenta come il preludio di qualcosa di grosso: l’addio di Zinedine Zidane alla panchina del Real Madrid. Come è noto, Zizou ha un contratto fino al 2022: ma, un divorzio prima della scadenza del vincolo con il club di Florentino Perez è tutt’altro che da escludere.

“Goal ha consultato diversi giocatori di diversi ranghi in panchina e la convinzione generale è che Zizou non continuerà, stessa idea trasmessa  dagli ambienti di diversi membri della squadra. Lo vedono stanco, a volte anche infastidito, da tutto quello che si trascina da settembre: il calendario, la piaga degli infortuni, le critiche”: ecco un altro passaggio decisivo del reportage di Cortegana che, poi, aggiunge come l’insoddisfazione di personaggi come Isco e Marcelo non fa altro che aumentare la possibilità di un addio del tecnico francese.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli Getty Images)

I dubbi di Zidane: scenario che si apre per la Juventus

In qualche modo, sembra di ripercorrere il percorso che si è vissuto tra Mourinho e la Roma: quello di un’opportunità che si va creando. Nel Real non giurano sulla permanenza di Zidane: inoltre, appaiono come segnali evidenti le risposte evasive sul suo futuro. Ovviamente, patron Florentino Perez si augura che il tecnico cambi idea: la sua permanenza è il miglior viatico per portare a Madrid un altro francese, quel sogno chiamato Mbappé.

LEGGI ANCHE >>> Juve, Pirlo ha una splendida notizia in vista del Milan

Il divorzio tra la Juventus ed Andrea Pirlo sembra sempre più vicino: chissà che i sussurri provenienti da Madrid possano condurre nel nostro campionato un altro big mondiale della panchina dopo l’approdo di Mou nella capitale.