Forse Juve, Real e Barcellona hanno cambiato idea sulle coppe

Il logo della UEFA Champions League
Il logo della Champions League (Getty Images)

Dall’Inghilterra: Juve, Real e Barcellona hanno presentato alla UEFA richiesta ufficiale di partecipazione alle coppe europee nel 2021/22

Juventus, Real Madrid e Barcellona, ossia i tre club che formalmente non hanno ancora abbandonato il progetto Superlega, hanno presentato i moduli di iscrizione per giocare nelle competizioni UEFA della prossima stagione. Lo riporta il ‘Telegraph’.

Il quotidiano britannico spiega come le tre società, che sono sotto inchiesta e rischiano sanzioni pesanti fino all’esclusione dai tornei organizzati dalle UEFA, non possano in effetti permettersi di non partecipare alle coppe europee.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ceferin e Florentino Perez in tribuna
Ceferin e Florentino Perez (Getty Images)

Juve, Real e Barça: la richiesta alla UEFA è un atto di routine

La qualificazione in Champions porta infatti ricavi importanti nelle casse dei club, nell’ordine di decine di milioni di euro (addirittura Bayern e PSG, le finaliste della scorsa edizione, hanno incassato sui 125 milioni a testa). Cifre che sono ovviamente inferiori per quanto riguarda l’Europa League e la nuova Conference League, che debutterà quest’anno.

LEGGI ANCHE>>> La rivelazione di Cairo sulla Juventus in Superlega

I moduli inviati dalla Juve e dalle due spagnole sono comunque parte di una procedura di routine svolta dagli uffici burocratici delle società. Richieste che i club hanno presentato forti anche delle misure cautelari stabilite dal Tribunale di Madrid, il quale ha imposto a UEFA e FIFA di non adottare pratiche discriminatorie nei confronti dei partecipanti alla (ormai quasi defunta) Superlega.