Real su Allegri, ma da Madrid arriva l’annuncio può stravolgere tutto

Massimiliano Allegri sorridente
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Allegri è stato più volte accostato al Real Madrid, ma in queste ore sta tornando in auge una soluzione particolare.

Che il Real Madrid dovrà cambiare tecnico in estate, sembra un aspetto ormai scontato. La squadra blanca dovrà (al netto di clamorosi colpi di scena) salutare Zinedine Zidane a fine stagione. Il tecnico francese pare aver ormai terminato la cavalcata in quel di Madrid, in via definitiva. Cosi il club si sta guardando attorno per capire chi possa effettivamente raccogliere l’eredità di un tecnico tra i più importanti per il Real in questi ultimi anni.

I nomi sono tanti, ed uno di questi porta ad una pista tutta italiana. Massimiliano Allegri, infatti, sarebbe stato individuato come profilo ideale per prendere in mano le redini della situazione. Un accostamento che di fatto c’era già stato qualche tempo fa, con l’ex allenatore della Juventus che alla fine non arrivo a sedere sulla panchina blanca.

Ad oggi le cose sembrano diversi, l’allenatore sarebbe più che intenzionato a guidare il Real Madrid ed i presupposti ci sono tutti. Ma qualcosa potrebbe cambiare, una soluzione interna che sembrava sfumata ma che sta riprendendo corpo proprio in queste ore.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Raùl Gonzalez Blanco sorridente
Raùl Gonzalez Blanco (Getty Images)

Real Madrid, Raul chiude all’Eintracht

Cosi tra i nomi accostati alla panchina della squadra madrilena c’è anche Raul Gonzalez Blanco, ex campione del Real ed attualmente allenatore del Real Madrid Castiglia, eliminato proprio in queste ore ai play-off di Segunda División B.

Ma la soluzione sembrava sfumata con Raul pronto ad approdare all’Eintracht Francoforte, per un esperienza importante in Germania. Sembra, però, che questa soluzione sia definitivamente sfumata. Le ultime dichiarazioni di Raul, in conferenza stampa, sono sembrate particolarmente chiare e dirette.

LEGGI ANCHE >>> Il bellissimo siparietto tra Insigne e Ribery dopo Fiorentina-Napoli

“Allenare il Real? Sono un uomo del club, qui mi sento felice. Quando sono diventato allenatore l’ho fatto per continuare a lavorare a casa mia, al Real Madrid, per fare esperienza. Ma ora non è il momento di parlare del futuro”, le parole di Raul che sembrano allontanare clamorosamente la soluzione tedesca.

Da capire, a questo punto, se questa presa di posizione possa celare proprio l’eventuale impiego di Raul come allenatore della prima squadra. Una scommessa tremendamente suggestiva.