“Per gli Europei avrei dato un altro ginocchio”, il messaggio di Zaniolo

Zaniolo controlla il pallone
Niccolò Zaniolo (Getty Images)

Nicolò Zaniolo sta ancora recuperando dal grave infortunio rimediato lo scorso settembre durante Olanda-Italia.

Il talento della Roma non ci sarà agli Europei, non ce l’ha fatta a tornare in tempo e in un’intervista a Sportweek ha confidato tutto il suo dispiacere: “Pur di essere in campo agli Europei avrei dato un altro ginocchio”.

Zaniolo è fermo da quasi otto mesi, da Olanda-Italia di Nations League del 7 settembre 2020. Si ruppe di nuovo il crociato, stavolta del ginocchio sinistro, dopo i sei mesi di stop già patiti per l’altro ginocchio, il destro, che aveva fatto crac durante Roma-Juventus un anno prima circa.

“Il dolore che ho provato è indescrivibile, parte dai piedi e arriva al cervello. Quando mi sono infortunato contro l’Olanda, mi sono passati davanti agli occhi in un attimo tutti i sacrifici che avevo fatto per tornare al top”

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zaniolo infortunio in Olanda-Italia
Nicolò Zaniolo (Getty Images)

“Mi sono aggrappato a Florenzi”, l’ancora di Zaniolo

L’amicizia tra due ex compagni di squadra è benzina emotiva per sostenere la complessità psicologica di un secondo infortunio al crociato. “Mi sono aggrappato a Florenzi, è la mia ancora, che ancora oggi mi chiama per sapere come sto. Ha avuto il mio stesso doppio infortunio, con le stesse tempistiche. È stato bravo a farmi capire che non ha senso abbattermi, che non era affatto finita”.

Zaniolo ha fatto discutere tanto in questi mesi anche per la sua vita privata. “La mia relazione con Sara è finita ma Tommaso, il nostro bambino che sta per nascere, non ha alcun legame con tutto ciò. Voglio essere un buon padre, mi prenderò le mie responsabilità”.

LEGGI ANCHE >>> Zaniolo, visita ok: rientro in campo sempre più vicino

C’è poi la Roma nel futuro di Zaniolo. Dopo un anno vissuto in tribuna, il talento giallorosso non vede l’ora di scendere in campo.

“Siamo gasati per Mourinho, che è un grande allenatore con tanti trofei alle spalle. Va riconosciuto il grande lavoro che ha fatto Fonseca”, il commento di Zaniolo che poi ha parlato anche della sua crescita tattica.

“Posso giocare ovunque anche se negli ultimi tempi mi sono trovato molto bene a giocare a destra. Con Fonseca ho capito che non serve rincorrere tutti ma bisogna conservare il fiato per il contrattacco”, il messaggio di Zaniolo che sogna di tornare in campo quanto prima.