De Laurentiis vuole il posto della Juve: “Ha chiamato la UEFA”

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis avrebbe contattato la Uefa per capire le possibilità di prendere il posto Champions della Juventus

In attesa. A giorni dovrebbe arrivare il verdetto della Uefa sulle tre grandi che continuano a portare avanti il progetto Superlega. Barcellona, Juventus e Real Madrid rischiano l’esclusione dalla Champions League se dovesse passare la linea dura di Ceferin. Un verdetto che dovrà poi affrontare vari gradi di giudizio e che probabilmente sbarcherà anche nei tribunali della giustizia ordinaria.

Una situazione di stallo che vede anche altre società coinvolte: ad esempio il Napoli, come Betis e Real Sociead, potrebbe essere promesso nella massima competizione europea nel caso dovesse essere decisa l’esclusione delle tre big. Anche per questo Aurelio De Laurentiis avrebbe mosso un passo informale nei confronti della Uefa, proprio per capire quel che potrà accadere da qui a qualche settimana.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (Getty Images)

Juventus esclusa dalla Champions? De Laurentiis contatta con la Uefa

Secondo quanto scrive il giornalista Tancredi Palmeri su Twitter, il patron del Napoli avrebbe chiesto informazioni alla Uefa sugli sviluppi della vicenda. “Pare De Laurentiis abbia contattato la Uefa per capire le effettive possibilità per subentrare in Champions – il cinguettio del giornalista – . Juventus-Napoli non finisce mai…”

LEGGI ANCHE >>> Gli Europei rischiano di perdere la stella della Juventus

Appena di ieri le parole del presidente bianconero Andrea Agnelli in tema Superlega: “Non un colpo di stato ma un disperato grido di aiuto”, così il numero uno juventino ha spiegato la scelta dei club ribelli (per ora rimasti in tre) di dare via al progetto di una competizione a parte. Progetto che ora sarà analizzato dagli organi di giustizia della Uefa che dovranno stabilire se la sanzione per Juve, Barça e Real Madrid dovrà essere severa come auspicato dal presidente Ceferin.