Inter, l’amaro ricordo di Leonardo Bonucci: “È stato difficile”

Bonucci tira il gruppo in un allenamento con l'Italia
Bonucci (Getty Images)

Bonucci si è concesso ad un’intervista di sua moglie per il talk su IGTV ‘Siamo Nettare’, il difensore ha parlato di Inter, Juventus e futuro

Un’intervista speciale per Leonardo Bonucci. Non fosse altro perché è stata realizzata dalla moglie, Martina Maccari. Il difensore della Nazionale e della Juventus si è raccontato a tutto tondo. Ha parlato di presente, futuro e anche passato. Il calciatore si è anche soffermato sulla sua vita privata e su alcuni aspetti familiari.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Bonucci inseguito da Belotti
Bonucci (Getty Images)

Juventus, Bonucci a cuore aperto con la moglie: “All’Inter non è stato semplice, ecco come immagino il futuro…”

Leonardo Bonucci è stato intervistato nel corso del talk ‘Siamo Nettare’ su IGTV, condotto dalla moglie. Il difensore si è espresso su diversi temi. Un’intervista particolare perché, come ha spiegato, “nelle altre devo essere Bonucci, ora posso essere Leonardo e tu lo conosci bene. Il primo mi aiuta a soddisfare il mio ego, dopo aver raggiunto il sogno che ho coltivato fin da bambino. Con te però ho costruito quella famiglia che ho sempre voluto, con tre figli che abbiamo cresciuto in un mondo completamente opposto a quello dei fari della ribalta”, ha detto a Martina Maccari. “Sono più tranquillo rispetto a quando devo indossare i panni professionali”, ha ribadito. “A volte per tutelare il rapporto – ha poi aggiunto – ho dovuto imporre alcune situazioni ma sono fiero di quello che abbiamo costruito. Ai miei figli vorrò sempre far percepire la vicinanza della famiglia”.

Bonucci si è anche soffermato sui suoi esordi: “Non è stato facile trovarsi catapultato da Viterbo a Milano. Ero uscito poche volte dalla mia città ma mi sono dovuto mettere in discussione in un progetto di vita. Non è stato semplice ma per fortuna è andata bene”.

Infine, riguardo al suo futuro, il difensore non è apparso spaventato: “Sono sereno perché ho avuto la fortuna di realizzare il sogno che ho inseguito fin da bambino. Fin dall’inizio sono stato consapevole che ci sarebbe stato un inizio e una fine. So già cosa vorrò fare da grande, consapevole che sarà un altro punto difficile della nostra storia”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Pjanic è sibillino: “Vedremo quel che accadrà”

Poi il finale tenero: “Arriva sempre un momento nella vita in cui dici ‘posso godermi quello che ho ottenuto e avuto’. Non so se tra quanti anni, quando si chiuderà la mia carriera da calciatore. Quando finirà, passeremo più tempo insieme facendo ciò a cui siamo stati costretti a rinunciare”.