Il Psg ci ha preso gusto: altro affare con Raiola, Juve a mani vuote

Kean porta palla
Moise Kean (Getty Images)

Il Paris Saint Germain, dopo la delusione della Ligue 1 persa, vuole rilanciarsi nella stagione che porta ai Mondiali del Qatar, sperando anche di fare più strada in Champions League.

La squadra di Pochettino si sta rinforzando in tutti i reparti: Donnarumma è ad un passo dal sottoscrivere un quinquennale a 12 milioni di euro a stagione, la trattativa per portare a casa il colpo Hakimi continua.

Non è finita ancora, sembra ormai vinta la battaglia con il Barcellona per prendere l’ormai ex Liverpool Wijnaldum a parametro zero.

Il Psg vuole rinforzare anche l’attacco, continua la trattativa per un altro gioiello della scuderia Raiola. Ci ha pensato anche la Juventus ma il club francese è in netto vantaggio, parliamo di Moise Kean di proprietà dell’Everton ma che ha giocato in prestito al Paris Saint Germain.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Kean porta palla
Moise Kean (Getty Images)

Kean e quella passione per il Paris Saint Germain

C’è una trattativa in corso tra il Paris Saint Germain e l’Everton per Kean. Secondo quanto riporta Rmc Sport, la forte volontà dell’attaccante della scuderia di Mino Raiola potrebbe spingere i Toffees ad abbassare il prezzo.

L’Everton la scorsa estate chiedeva 60 milioni di euro, la richiesta potrebbe calare addirittura a quota 25 milioni.

Kean del resto finora è riuscito a far bene soltanto al Paris Saint Germain. Nell’ultima stagione l’attaccante classe ‘2000 ha segnato 17 gol e realizzato 1 assist in 41 presenze. Soltanto al Paris Saint Germain Kean è andato in doppia cifra, non ci è riuscito durante le esperienze alla Juventus e all’Everton.

LEGGI ANCHE>>> La priorità della Juventus di Allegri ha un nome e cognome (anzi due)

A Pochettino piace tanto Kean, è riuscito a tirar fuori dall’attaccante italiano un po’ di spirito di sacrificio. L’allenatore argentino gradisce poi la duttilità di Kean, la capacità di partire anche dalle corsie laterali dell’attacco se necessario.

Kean salterà gli Europei, è uno degli esclusi last-minute di Mancini che non ha gradito il suo atteggiamento nell’amichevole di Cagliari contro San Marino a differenza, invece, di Politano e Bernardeschi che hanno dato tutto. Il ruolo di terza punta, che poteva occupare Kean, è stato assegnato a Raspadori, un jolly in cui Mancini crede tanto per gli Europei.