Euro 2020, Depay e Dumfries regalano gli ottavi all’Olanda

Depay festeggia
Memphis Depay (Getty Images)

L’Olanda centra la seconda vittoria consecutiva, battendo 2 a 0 l’Austria, e conquista il passaggio agli ottavi. Decisivi Depay e Dumfries.

L’Olanda batte l’Austria e vola a 6 punti nel girone C. A firmare la vittoria Depay e Dumfries, al secondo centro in questo Europeo. Gli uomini di De Boer, che domenica avevano già battuto 3 a 2 l’Ucraina, consolidano così il primo posto in classifica, conquistano la qualificazione agli ottavi e possono guardare con ottimismo ai prossimi impegni. L’Austria, invece, resta a quota 3 insieme all’Ucraina: le due squadre si contenderanno il passaggio del turno nello scontro diretto, in programma lunedì prossimo alle ore 18.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Wijnaldum contrastato dall'Austria
Olanda – Austria (Getty Images)

Depay e Dumfries trascinano l’Olanda: Austria battuta 2 a 0

L’Olanda passa subito, già al decimo minuto: Alaba interviene in maniera fallosa su Dumfries all’interno dell’area di rigore. Sul dischetto si presenta il numero 10, che realizza in maniera perfetta battendo Bachmann. Baumgartner prova a suonare la carica e in tre occasioni impegna seriamente De Ligt e De Vrij. Al 35esimo arriva anche il tiro di Hinteregger, che non inquadra la porta di Stekelenburg. L’Olanda si difende con ordine, chiude gli spazi e riparte in contropiede. L’occasione per il raddoppio arriva al 40esimo, quando Weghorst mette Depay davanti alla porta ma il talento corteggiato dal Barcellona e dalla Juventus spedisce fuori malamente. 

LEGGI ANCHE >>> Depay riflette sul futuro: l’offerta arriva dalla Serie A

Nella ripresa gli Orange continuano a tenere in mano il pallino del gioco e al 61esimo hanno ben due opportunità di segnare ancora con De Vrij (su assist di Depay) e De Ligt. L’Austria, grazie a Bachmann e a Dragovic, si salva ancora. Il 2 a 0, però, è nell’aria e si concretizza al 68esimo: Depay manda in profondità Malen, che serve Dumfries per il più facile dei tap in. Gli austriaci hanno un sussulto di orgoglio con Alaba e Onisiwo ma il risultato non cambia più.