Juventus, il vero pupillo di Allegri non è Locatelli

Allegri con le mani in tasca
Massimiliano Allegri (Getty Images)

La nuova Juventus di Allegri è pronta a prendere forma in vista della prossima stagione. Il tecnico bianconero punterà forte sul 4-3-3 o 4-2-3-1, ma ci sarà spazio per una totale rivoluzione in mezzo al campo

Come cambierà la nuova Juventus di Allegri? I bianconeri tenteranno l’affondo reale e concreto su Locatelli, valutato circa 40 milioni di euro dal Sassuolo e obiettivo della nuova campagna acquisti juventina, sia in chiave presente, sia in vista del futuro. I bianconeri, però, non parteciperanno ad aste al rialzo, e qualora Arsenal e Borussia Dortmund dovessero inserirsi nella trattativa, non è escluso che Cherubini di tiri indietro.

Detto questo, Locatelli piace parecchio anche ad Allegri, ma la sensazione è che insieme al centrocampista della Nazionale, il tecnico punto anche all’acquisto di una mezz’ala dalle grandi doti fisiche e atletiche e capace di inserirsi negli spazi in maniera costante.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Allegri pensieroso
Massimiliano Allegri (Getty Images)

La nuova Juventus di Allegri: Locatelli e Pogba per la rivoluzione a centrocampo

Allegri vorrebbe puntare con decisione sul ritorno di Pogba, opzione complicata, ma non impossibile qualora il Manchester United dovesse aprire alla formula del prestito con diritto di riscatto. La Juventus potrebbe inserire Cristiano Ronaldo nella trattativa, e Allegri avrebbe a disposizione due centrocampisti per rifondare totalmente la linea mediana in base alle sue preferenze.

LEGGI ANCHE >>> La Serie A perde un top player: non rinnova e lascia il club

Qualora Pogba non dovesse concretizzarsi a causa di costi e situazione decisamente complicate, Allegri potrebbe avvallare la permanenza di Rabiot e Ramsey, mentre Ramsey potrebbe essere sacrificato dinanzi a un’offerta cash da circa 20 milioni di euro.