Un altro addio dopo Hakimi: l’operazione che l’Inter non ripeterebbe

L'ad dell'Inter, Giuseppe Marotta
Marotta (Getty Images)

Dopo quella di Hakimi, ad un passo dal Psg, l’Inter conta di chiudere nel giro di pochi giorni, forse ore, anche un’altra cessione

Respira il bilancio dell’Inter e scende il monte ingaggi. Dopo Hakimi, ad un passo dal trasferimento al Paris Saint-Germain, affare ufficializzato da un tweet del marocchino con tanto di aereo in direzione Parigi disegnato attraverso un’emoticon sui social, il club nerazzurro si prepara ad infiocchettare un’altra cessione. Non si tratta di un addio eccellente, ma di un esubero che contribuirà al restyling del bilancio in questi giorni così complessi in cui si può sognare poco e tremare molto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Joao Mario esulta
Joao Mario (Getty Images)

Joao Mario, addio ad un passo: l’Inter fa cassa

Joao Mario, scrivono dal Portogallo, è molto vicino al ritorno in patria, esattamente al Benfica. Per il quotidiano ‘Record’, con tanto di articolo in prima pagina oggi in edicola, è questione di giorni per il suo trasferimento a Lisbona. La distanza economica con l’Inter si assottiglia sempre di più. La fumata bianca è vicina. La cifra definitiva dovrebbe essere vicina ai 7 milioni di euro. Joao Mario è pronto a firmare un contratto di 5 anni.

LEGGI ANCHE >>> “Profondo imbarazzo”: Italia, che attacco all’azzurro

Pochi tifosi lo rimpiangeranno. Era arrivato nel 2016 con un bagaglio ricco di aspettative per l’Europeo vinto col Portogallo. Fu pagato 40 milioni più bonus, in campo non ha mai reso secondo le idee della società. Ha avuto diverse difficoltà, ha iniziato a girare l’Europa in prestito e ora, a distanza di cinque anni, è pronto a tornare in Portogallo. Un’operazione che l’Inter, se potesse tornare indietro, eviterebbe volentieri.