Inter, il giorno di Simone Inzaghi: ‘frecciata’ a Conte per la Champions

Simone Inzaghi sorride
Simone Inzaghi (Getty Images)

Simone Inzaghi è intervenuto oggi in conferenza stampa a San Siro con Marotta e ha salutato i tifosi della sua Inter.

Nella giornata odierna si è tenuta, in casa Inter, una conferenza stampa in cui sono intervenuti Simone Inzaghi e Giuseppe Marotta. Si è mostrato subito entusiasta della sua nuova avventura da allenatore narazzurro.

Nel corso della presentazione ufficiale ha dichiarato: “Grandissimo entusiasmo e motivazioni, so che si prospetta un lavoro importante, ma è una bellissima sfida che mi ha convinto subito. I dirigenti mi hanno dimostrato grande motivazioni nel volermi. So che i tifosi ci staranno vicini. Il mio obiettivo è di provare a dare continuità in una squadra che ha vinto lo scudetto e che ha dovuto fare cessioni dolorose”.

Sulla Champions: “L’obiettivo minimo in Champions è andare oltre la fase a gironi, agli ottavi di finale. Negli anni passati magari sono arrivati corti, adesso vedremo”. Andare oltre l’ultimo posto nei gironi in Europa e accedere agli ottavi risulta, quindi, una priorità per Simone Inzaghi, che fa comunque i suoi complimenti ad Antonio Conte per ciò che è riuscito a conquistare in Italia sulla panchina nerazzurra.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Simone Inzaghi panchina
Simone Inzaghi (Getty Images)

Nel corso della conferenza è intervenuto anche Marotta che ha presentato Inzaghi come “Uno tra i tecnici più vincenti in Italia. È un profilo adatto che ha competenza e passione“.

Leggi anche >>>  Inter, scelto il vice Lukaku: nome a sorpresa dalla Liga

Riguardo gli obiettivi dell’Inter, per la prossima stagione, il dirigente sportivo nerazzurro si augura di poter riavere i tifosi allo stadio: “L’auspicio è che i tifosi tornino a San Siro perché sono il patrimonio di ogni società. Abbiamo milioni di vaccinati, paradossalmente riaprire gli stadi potrebbe essere uno spot per fare il vaccino. Immaginare di giocare senza pubblico è desolante, come Inter nella stagione 2019/20 e 2020/21 abbiamo perso 100 milioni di euro per la chiusura degli stadi