Inter, arriva l’inattesa frecciata al Milan di Calhanoglu

Calhanoglu in campo
Hakan Calhanoglu (Getty Images)

Prime parole da interista per Calhanoglu, che non risparmia frecciate nei confronti di Maldini e Massara: “Solo Pioli mi voleva”. 

Dal Milan all’Inter, con soddisfazione ma anche rancore. Prime ore da nerazzurro per Hakan Calhanoglu: il turco, reduce da un Europeo giocato ben al di sotto dei suoi standard e concluso in maniera prematura alla fase a gironi, ha raccontato a ‘Dazn’ alcuni aneddoti riguardanti il suo trasferimento lampo e i motivi che lo hanno spinto a rifiutare la proposta di rinnovo ricevuta. Senza risparmiarsi stilettate nei confronti di chi, a suo dire, non lo ha messo nelle condizioni di poter restare al Milan.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Maldini osserva
Paolo Maldini (Getty Images)

L’attacco di Calhanoglu a Maldini e Massara: “Solo Pioli mi voleva”

Nomi, Calhanoglu, in maniera esplicita non ne fa ma è chiaro il riferimento a Paolo Maldini e Frederic Massara. “Pioli era l’unico uomo che mi voleva tanto al Milan. Ho parlato tante volte con lui, però ha rispettato la mia decisione e mi ha fatto gli auguri. Devo ringraziarlo – ha detto – perché ha fatto un grande lavoro con me. Mi ha lasciato giocare nel mio ruolo, come voglio, per quello ho fatto tante occasioni e assist. Grazie a lui. Certo ho questo talento, ma senza lavoro queste cose non arrivano. Ho fatto tante cose per il Milan in 4 anni, ho rispettato tutti. Quelli che mi conoscono sapevano tutto”.

LEGGI ANCHE>>> Il nuovo piano dell’Inter di Simone Inzaghi: scelto il vice Lukaku

All’Inter il trequartista, non potendo indossare il suo amato numero 10, ha ripiegato sul 20. “L’ho scelta perché 10+10 fa 20. Numero di Recoba? Ho visto sui giornali, ma non ho scelto per quello”. Sul ruolo che andrà a ricoprire in campo, nessun dubbio: “Sarà il Luis Alberto di Simone Inzaghi”.