Inter, è tornato Eriksen: ecco la speranza dei nerazzurri

Eriksen porta palla
Eriksen (Getty Images)

Christian Eriksen è tornato ad Appiano, oggi i compagni di squadra e l’allenatore Simone Inzaghi hanno festeggiato il suo rientro dopo la grande paura vissuta agli Europei.

Il centrocampista danese ha salutato tutto il mondo Inter, il club nerazzurro ha raccontato che è in ottime condizioni psico-fisiche.

Eriksen seguirà il programma di recupero stabilito dai medici che coordineranno tutti i progressi clinici, aggiornandosi con lo staff medico dell’Inter.

Era il 12 giugno 2021, quasi due mesi dopo l’Inter, che si è stretta in quelle ore drammatiche attorno al suo campione, ha potuto riabbracciarlo dimenticando così la grande paura di Danimarca-Finlandia.

Ad Eriksen è stato impiantato, qualche giorno dopo i fatti di Danimarca-Finlandia, un defibrillatore sottocutaneo. Una situazione che rende abbastanza complesso il ritorno al calcio giocato in Italia, dove ci sono regole più rigide rispetto ad altri Paesi su queste situazioni.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Eriksen calcia una punizione
Christian Eriksen (Getty Images)

L’Inter ha la speranza di rivedere in campo Eriksen

Eriksen ieri ha fatto ritorno a Milano, incontrando Marotta per discutere anche del suo programma di recupero e oggi è rientrato ad Appiano Gentile.

C’è una prospettiva per cui il ritorno di Eriksen potrebbe diventare realtà. Si parte dalla diagnosi di quanto accaduto in Danimarca-Finlandia. Se verrà fuori che il campione danese ha accusato una miocardite infiammatoria, le speranze crescerebbero tanto.

In questo caso Eriksen potrebbe togliere il defibrillatore sottocutaneo e così tornare a giocare. In Italia, infatti, non è consentito giocare con questo strumento.

LEGGI ANCHE >>> “Eriksen può tornare a giocare”: il parere che fa sperare l’Inter

All’estero Daley Blind, difensore dell’Ajax, va in campo con il defibrillatore sottocutaneo, gli fu diagnosticata una miocardite dopo la gara di Champions League contro il Valencia a dicembre del 2019.

Un anno fa, ad agosto del 2020, accadde anche un episodio di cui si parlò tanto, durante l’amichevole Ajax-Hertha Berlino Blind accusò un malore. Sembra che il defibrillatore sottocutaneo si sia spento, lo spavento fu grande, poi Blind lasciò il campo con le sue gambe.