Inter: Zapata in pole per sostituire Lukaku, ma spunta una sorpresa

Marotta riflette
Beppe Marotta (Getty Images)

Il calciomercato dell’Inter ripartirà dall’imminente cessione di Lukaku ormai prossimo sposo del Chelsea. Affare complessivo da 130 milioni di euro, mentre l’attaccante belga guadagnerà circa 15 milioni di euro a stagione.

Il calciomercato dell’Inter scalda i motori sia per quel che riguarda il capitolo cessioni, sia per quel che riguarda i prossimi movimenti in entrata. Quasi definita la cessione di Lukaku al Chelsea: l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare già nel corso delle prossime ore. L’attaccante belga firmerà un contratto di quattro anni da circa 15 milioni di euro a stagione. L’Inter, dal canto suo, e come noto, incasserà 130 milioni di euro.

Detto questo, la dirigenza nerazzurra è già alla ricerca del possibile sostituto dell’attaccante belga. Indice puntato su Zapata dell’Atalanta. La Dea valuta l’attaccante colombiano circa 40 milioni di euro, cifra che l’Inter potrebbe cercare di trattare per giocare al ribasso e spingere il club bergamasco ad abbassare le pretese. Massima attenzione anche alla sorpresa Vlahovic: non è escluso che l’Inter potrebbe fiondarsi nuovamente sull’attuale centravanti viola, anche se difficilmente la Fiorentina aprirà al suo addio. Serviranno circa 60-65 milioni di euro per far smuovere Commisso e la dirigenza toscana.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Lukaku esulta dopo un gol
Romelu Lukaku (Getty Images)

Calciomercato Inter, Vlahovic pista complicata: può arrivare anche Scamacca

Zapata resta il primo obiettivo del mercato dell’Inter per sostituire Lukaku. Più defilati i profili di Vlahovic, Dzeko e Belotti. Massima attenzione anche al possibile affondo per Scamacca, il quale, come riportato da “Calciomercato.it” potrebbe vestire nerazzurro a prescindere dall’arrivo del nuovo centravanti che sostituirà Lukaku.

LEGGI ANCHE >>> La buona e la cattiva notizia che dà Dybala alla Juventus

Per quel che riguarda la difesa, invece, difficile ipotizzare anche un addio di De Vrij, anche se, come riporta “Tuttosport”, Raiola avrebbe già sondato il terreno con diverse squadre di Premier League.