Inter, sfumato il colpo che poteva cambiare l’attacco di Inzaghi

Inzaghi Inter
Simone Inzaghi (Getty Images)

Dopo l’addio di Lukaku, l’Inter è alla ricerca di ben due attaccanti per rinforzare la rosa di Inzaghi. Sfuma uno degli obiettivi di Marotta.

L’addio di Romelu Lukaku ha ovviamente toccato, e non poco, i tifosi dell’Inter. Salutare uno dei protagonisti dello Scudetto dello scorso anno fa male, ed ora tutto l’ambiente nerazzurro si aspetta che la società lavori per sostituire al meglio uno dei centravanti che ha fatto meglio in tutta Europa.

Certo, l’impresa è assai ardua. Tra i nomi fatti c’è stato quello di Zapata (che sembra sfumato) e resiste Edin Dzeko, sempre più vicino alla corte di Simone Inzaghi. Ma servirà anche dell’altro. Marotta è al lavoro per prendere due attaccanti, magari uno con caratteristiche molto diverse da quelle di ‘Big Rom’, approfittando dal lauto compenso che entrerà anche nelle casse nerazzurre.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ruben Dias ed Anthony Martial in azione
Ruben Dias ed Anthony Martial (Getty Images)

Inter, sfuma il colpo che poteva cambiare l’attacco

Uno dei nomi che era stato accostato all’Inter proprio in questi giorni è quello di Anthony Martial, attaccante francese che è un pallino del club nerazzurro già da qualche tempo. Giocatore dinamico, in grado di fornire diverse chiavi di lettura a livello tattico, esplosivo ma anche con tanta qualità. Un elemento che avrebbe fatto di sicuro comodo a Simone Inzaghi nel suo nuovo percorso tutto nerazzurro.

LEGGI ANCHE >>> Il Napoli ha già dato ad Insigne la notizia che non si aspettava 

Ma dall’Inghilterra arrivano notizie che di sicuro non fanno sorridere Marotta ed i suoi. Secondo quanto riportato dalla ‘BBC’, infatti, il Manchester United avrebbe nuovamente blindato il giocatore, nonostante si fosse parlato di porte aperte fino a qualche giorno fa.

Una volontà diretta del tecnico Ole Solskjaer, che avrebbe chiesto al club di tenere Martial, evidentemente ritenuto ancora idoneo a fornire prestazioni importanti per la causa dei red devils. Nulla da fare, dunque, per l’Inter che stava pensando proprio al sacrificio economico per il francese classe ’95.