Dopo Messi, ecco il colpo dell’estate: 176 milioni e Guardiola può sorridere

Guardiola felice
Pep Guardiola (Getty Images)

Il Manchester City di Guardiola prepara l’offerta per Kane: 176 milioni. Il Tottenham riflette e non lo convoca per la Conference League.

Il 2 aprile, quando gli avevano chiesto cosa sarebbe accaduto dopo l’addio di Sergio Aguero, Pep Guardiola era stato chiaro a riguardo: “C’è una grossa possibilità che non faremo acquisti in attacco quest’estate. Per ora abbiamo giocatori a sufficienza che fanno parte della rosa della prima squadra e abbiamo anche giovani interessanti nella nostra Academy”. Parole non veritiere dettate, evidentemente, dalla necessità di allontanare i riflettori mediatici dalla sua squadra. 

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Kane in campo
Harry Kane (Getty Images)

Il Manchester City di Guardiola prepara l’affondo finale per Kane

La realtà, infatti, è ben diversa. A quattro mesi di distanza da quella conferenza, il Manchester City è pronto a sborsare in totale 300 milioni per due attaccanti. Il primo, Jack Grealish, è stato già preso. Il secondo, Harry Kane, è molto vicino. L’inglese non è stato convocato dal Tottenham per la gara di andata di Conference League, che vedrà gli Spurs affrontare giovedì il Paços de Ferreira. Sul tavolo, stando a quanto riportato dal quotidiano ‘Independent’, il City ha messo 176 milioni: una cifra da far tremare i polsi.

LEGGI ANCHE >>> Vlahovic, il giallo si infittisce: spunta l’alternativa che fa saltare il banco

I contatti tra i due club proseguiranno nelle prossime ore. Il presidente Daniel Levy, dal canto suo, le ha provate tutte per convincere Kane a restare senza tuttavia riuscirci. Nel caso in cui dovesse cederlo, è probabile che il Tottenham torni alla carica bussando alle porte della Fiorentina e dell’Inter per cercare di acquistare rispettivamente Dusan Vlahovic e Lautaro Martinez. Sono giorni incandescenti in Premier League, con l’effetto domino che rischia di generare effetti pure in Serie A.