Napoli, Osimhen a rischio per la Juventus: gli aggiornamenti

Osimhen nervoso
Osimhen (Getty Images)

Osimhen domenica ha rimediato un’espulsione contro il Venezia per una manata al centrocampista Heymans sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

L’attaccante nigeriano salterà la gara in trasferta contro il Genoa ma c’è ansia per Napoli-Juventus in programma alla terza giornata.

Osimhen, infatti, rischia almeno due giornate e, se la scorrettezza fosse configurata come condotta violenta con l’aggravante della reazione, rischierebbe anche tre gare di stop.

Il Napoli in ogni caso potrebbe fare ricorso e ottenere la riduzione di un turno di squalifica. Ci sono due precedenti della Juventus: Zaza nel campionato 2015-16 che, dopo lo sconto nella sanzione per l’espulsione rimediata contro il Genoa, affrontò il Napoli segnando un gol decisivo per gli equilibri del campionato. C’è poi quello di Morata lo scorso anno, espulso per proteste a Benevento, con la squalifica ridotta da due ad una giornata.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Osimhen espulso
Osimhen (Getty Images)

“Non c’è condotta violenta”, la speranza di Osimhen

Secondo quanto riporta l’edizione odierna del “Corriere dello Sport”, non ci sarà stangata nella sentenza del giudice sportivo attesa in giornata. Non ci sarebbe condotta violenta nel gesto di Osimhen, ciò potrebbe “salvare” Victor dalla mano pesante della giustizia sportiva.

La palla era in movimento sugli sviluppi di calcio d’angolo, abbastanza lontana dalla zona del contatto Osimhen-Heymans ma comunque in gioco. Tale situazione potrebbe spingere, considerando sempre il referto dell’arbitro Aureliano, alla valutazione di un gesto antisportivo ma non violento. In questo caso la sanzione inflitta ad Osimhen potrebbe essere di un turno più un’ammenda.

La valutazione del livello di forza, che l’arbitro ha dato al gesto di Osimhen, sarà intuibile solo attraverso il referto che prenderà in esame il giudice sportivo.

LEGGI ANCHE >>> Il clamoroso sgarbo del Napoli alla Juve: “Spalletti l’ha chiamato”

Spalletti intanto studia le soluzioni senza Osimhen e anche Mertens, che si è recato in Belgio per un ulteriore controllo dal Dott. Declercq alla spalla sinistra dopo l’operazione a cui si è sottoposto ad inizio luglio. Dries tornerà a Napoli a fine mese ma, per vederlo in campo, bisognerà aspettare fine settembre-inizio ottobre.

Contro il Venezia per più di un’ora ha giocato Insigne di punta come accaduto talvolta all’Europeo ma è stata una soluzione d’emergenza in inferiorità numerica. Petagna scalpita ma un’altra idea potrebbe essere Lozano centravanti per avere più profondità, magari anche a gara in corso.