Il nome giusto per il dopo Ronaldo può arrivare dalla Serie A

Ronaldo in campo
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Cristiano Ronaldo verso l’addio alla Juventus, che valuta i sostituti: i preferiti sono Vlahovic e Zapata, ma le trattative sono complicate.

Le ore più calde e complicate. La Juventus attende di sapere da Cristiano Ronaldo cosa intende fare: il Manchester City, dopo aver abbandonato la pista che portava ad Harry Kane del Tottenham, ha messo nel mirino proprio il portoghese. A breve la dirigenza incontrerà l’agente della punta, Jorge Mendes, per fare il punto della situazione e capire se esistano ancora le condizioni per andare avanti insieme oppure dover programmare una cessione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zapata in campo
Duvan Zapata (Getty Images)

Cristiano Ronaldo verso l’addio: la Juventus valuta i sostituti

Considerando però che il mercato terminerà martedì 31 agosto, imbastire un’operazione del genere appare molto difficile. Ma non impossibile. Il 5 volte Pallone d’oro considera terminata la sua esperienza in bianconero e sta spingendo per lasciare l’Italia: i Citizens sono in pole position ma attenzione al possibile colpo di coda del Paris Saint Germain, in caso di cessione di Kylian Mbappé al Real Madrid. La Juventus, alla luce di quanto sta accadendo, ha quindi iniziato a sondare il mercato alla fine di un possibile sostituto di Cristiano Ronaldo. I nomi che piacciono di più, stando a quanto riportato da ‘Tuttosport’, sono quelli di Dusan Vlahovic della Fiorentina e Duvan Zapata dell’Atalanta. 

LEGGI ANCHE >>> McKennie può salutare la Juventus: nome a sorpresa per il centrocampo

Due colpi, però, che si preannunciano decisamente complicati da concretizzare. Il serbo, seguito fino a qualche giorno fa dall’Atletico Madrid che poi ha virato su Matheus Cunha dell’Herta Berlino, è destinato a restare in maglia nulla anche il costo del suo cartellino supera i 70 milioni. Il colombiano, invece, è stato molto vicino all’Inter ma ora dovrebbe rimanere alla corte di Gian Piero Gasperini. Restano in piedi le opzioni Mauro Icardi del Psg, Anthony Martial del Manchester United e di Gabriel Jesus del Manchester City di cui, però, Pep Guardiola non vorrebbe fare a meno.