Mourinho ‘snobba’ la Salernitana: la frase non lascia dubbi

Mourinho
Mourinho (Getty Images)

Dopo il trionfo di Salerno, Mourinho ai microfoni di ‘DAZN’: “Oggi era impossibile non vincere, felice di essere tornato in Italia”

Trionfo netto per la Roma di Mourinho, alla quarta vittoria della stagione e con un ruolino di marcia ancora privo di errori. “Oggi era impossibile non vincere – spiega il portoghese ai microfoni di ‘DAZN’ – La squadra mi ha sempre dato grande tranquillità, non abbiamo mai perso il controllo della gara. Abbiamo giocato davvero bene, dominando in ogni momento. Non abbiamo concesso nulla alla Salernitana, sono contento”.

Poi Mourinho si sposta sul suo ritorno in Italia: “Avevo bisogno di ritrovare un clima così, dove si respirasse la passione e il tifo di gente come questa. Sono felice di essere tornato in Serie A, la parola chiave dei Friedkin è stata ‘tempo’. Questo mi fa sentire tranquillo, ma io voglio accelerare un po’ il processo di crescita di questa squadra. Non voglio ‘tempo’ e poi finire settimo oppure ottavo. Ci sono squadre più ricche di noi, ma quando le affronteremo, giocheremo per vincere”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Roma che esulta
L’esultanza della Roma (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Preso l’attaccante: il Milan regala un’altra sorpresa

Mourinho, tra Roma e mercato: “Avrei bisogno di gente più esperta”

Dopo aver parlato della partita, poi, Mourinho si è soffermato sulla propria rosa: “E’ chiaro che quando guardo la panchina, avrei bisogno di gente più esperta, ma stiamo costruendo un bel gruppo. Poi è chiaro, avremo bisogno anche del fattore esperienza. Sappiamo che la competizione è alta, ma noi vogliamo costruire una mentalità vincente, passo dopo passo”.

Infine, un passaggio sui tanti top trainer tornati nel nostro campionato: “I giocatori restano più importanti di noi – scherza Mourinho, che poi aggiunge – Sono molto contento di tornare e trovare una nuova generazione di allenatori. Per il resto sono quasi tutti della mia. Poi aspettiamo che torni anche ‘Don Claudio’ (Ranieri ndr), magari Antonio (Conte ndr) la penserà diversamente”.