Quell’assembramento a destra che il Milan non è riuscito ad evitare

Castillejo esulta con i compagni
Castillejo (Getty Images)

Il Milan non è riuscito ad evitare un assembramento sulla fascia destra, zona di campo in cui sono anche troppi giocatori. Castillejo e Conti sono ancora in maglia rossonera.

L’esterno offensivo spagnolo aveva mercato soprattutto in Liga, con il Getafe e soprattutto la Real Sociedad pronti a prenderlo. Il club basco è stato ad un passo da Castillejo ma il cambio di procuratore dell’ala del Milan ha stravolto i piani.

In Italia la Liguria sembrava essere una destinazione possibile, ci hanno provato prima la Sampdoria e lo Spezia ma non sono stati raggiunti gli accordi economici.

Lo sforzo per il milione e mezzo d’ingaggio poteva anche esserci, l’ostacolo insormontabile era rappresentato dagli otto milioni che il Milan avrebbe dovuto mettere a bilancio per evitare la minusvalenza. Con il contratto in scadenza nel 2023, è complicato immaginare la soluzione del prestito.

Conti anche è rimasto al Milan, a destra c’è un assembramento di soluzioni per i rossoneri e lo spazio potrebbe essere pochissimo per coloro che sono dietro nelle gerarchie.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Castillejo porta palla
Castillejo (Getty Images)

Per Castillejo e Conti la concorrenza è aumentata: al Milan ci sono Messias e Florenzi

“Sono e sarò sempre uno di voi”, ha scritto Castillejo su Instagram rivolgendosi ai tifosi del Milan e cercando anche di chiudere la vicenda degli insulti subiti sui social.

Nella scorsa stagione l’esterno offensivo ex Villarreal ha portato a casa 45 presenze nella lunga annata rossonera, sarà assolutamente complicato che possa trovare così tanto spazio. Castillejo finora ha trovato spazio solo per pochi minuti nel finale contro il Cagliari.

C’è più concorrenza: oltre Saalemakers, si può utilizzare Florenzi ed è arrivato Messias che può partire anche da destra, non rappresenta solo un’alternativa a Brahim Diaz.

LEGGI ANCHE >>> Milan, buone notizie per Pioli: torna a lavorare in gruppo

Conti non è stato convocato nè per l’amichevole contro il Real Madrid nè per le prime due giornate di campionato. Si sono fatte avanti il Cagliari, la Sampdoria e il Genoa che non sono riuscite a trovare un’intesa sull’ingaggio.

Il terzino ex Atalanta ha un contratto che scade a giugno 2022 con uno stipendio di 2,2 milioni di euro a stagione. Nella scorsa stagione Conti ha portato a casa tre presenze, poi a gennaio andò al Parma. Sarà difficile strappare delle opportunità su una fascia in cui, oltre a Calabria, ci sono anche Florenzi e Kalulu.