“La responsabilità è mia”: Italia, l’ammissione che sorprende lo spogliatoio

Svizzera-Italia Mondiali
Svizzera-Italia (Getty Images)

Jorginho torna a parlare dell’errore commesso dal dischetto nella sfida Svizzera-Italia: si prende ogni responsabilità.

Jorginho parla ai microfoni di ‘Rai Sport’ e ripensa all’errore commesso contro la Svizzera. Al 53′, infatti, il centrocampista ha avuto la possibilità di portare in vantaggio gli azzurri, in una sfida che stentava a sbloccarsi e che poi, di fatto, non si è sbloccata. All’Italia viene assegnato infatti un rigore ma, arrivato sul dischetto, Jorginho non ha sfruttato la sua occasione. Sbaglia il tiro e non concretizza il vantaggio. Da lì in poi la partita resta sullo 0-0 e la Nazionale Italiana spreca l’occasione di portare a casa la vittoria.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Jorginho Italia
Jorginho (Getty Images)

Jorginho e il rigore sbagliato che non ha regalato la vittoria all’Italia

Ai microfoni di ‘Rai Sport’, dunque, il numero 8 azzurro ha dichiarato che la responsabilità del pareggio contro la Svizzera, in vista della qualificazione ai Mondiali 2022, è tutta sua. Queste sono state le sue parole: “Sono molto arrabbiato per l’errore dal dischetto, fa male perché era un momento chiave della partita. Mi prendo la responsabilità, la squadra meritava la vittoria e il rigore era un’occasione per sbloccare la gara. Purtroppo ho sbagliato e fa male“.

LEGGI ANCHE >>> “L’Italia andrà ai Mondiali?” È arrivata la risposta di Ventura

Crede, però, fortemente che sia stato solo un momento passeggero. La convinzione è quella che il gruppo sia sempre lo stesso, lo stesso che circa due mesi ha raggiunto un traguardo importantissimo, conquistando l’Europa. Ha perciò proseguito dicendo: “Qualcuno parla di un incantesimo che si è rotto ma lasciamoli parlare. Si parla solo dei nostri errori in questo momento ma qualcuno si scorda di quanto abbiamo fatto di buono fino a qui. Qualificazione al Mondiale? Se non ci crediamo noi chi lo deve fare? Abbiamo dato tutto in campo anche contro Bulgaria e Svizzera, al di là del risultato. Abbiamo tutti onorato questa maglia come sempre e come faremo anche in futuro”.